Contenuto riservato agli abbonati

A Navacchio riapre l’ex Mercatone Uno. Arriva Eco Markt e cerca personale

Il titolare Alessio Zhang e, a destra, l’interno dell’ex Mercatone Uno ora Eco Markt, in allestimento

Proprietà cinese, dipendenti locali purché già esperti. Ecco come candidarsi 

CASCINA. Riapre l’ex Mercatone Uno, a oltre sei anni di distanza dalla chiusura, con una nuova insegna e un nuovo imprenditore alla guida: si arricchisce ulteriormente l’offerta commerciale di Navacchio, vero polo di attrazione per varie tipologie merceologiche. A fare il punto sull’insediamento è il direttore della struttura Francesco Mion, grande esperto del settore con notevole esperienza proprio a Navacchio.

«Il nostro auspicio – racconta Mion - è di dare inizio ad una bella storia, nata indubbiamente da una pagina finita male come quella della società Mercatone Uno, l’”Ikea italiana” che il 15 giugno 2015 chiuse i battenti del Punto vendita di Navacchio di Cascina per poi entrare in una amministrazione straordinaria statale che alla fine si è rivelata un flop portando al commissariamento nel 2020 dei primi 3 commissari straordinari. Mandando nel baratro oltre 25 famiglie dislocate principalmente nella provincia di Pisa...».

Questo è il passato.. Adesso, aggiunge, «Parliamo di cose belle. Dalle stalle alle stelle. Il capannone giallo da oltre 6 anni chiuso e con ancora tante famiglie allacciate ad una cassa integrazione diventata naspi, dal 24 novembre ha una nuova proprietà, Alessio Zhang giovanissimo imprenditore Cinese arrivato da Cesena di 30 anni che si è fuso pienamente con le mie idee ed io con le sue. Da non molto ha preso nelle sue mani la società di famiglia che già conta 5 punti vendita con metrature da 5.000 fino a 10.000 metri quadrati. Ha puntato sul nostro territorio per l'ingresso nel suo punto di vendita con un nuovo brand e una nuova logica».

L’inaugurazione sarà mercoledì mattina, 8 dicembre alle 10.

Aggiunge Mion: «Qui la nuova proprietà ha deciso di differenziarsi rispetto ai punti vendita già attivi: il marchio sarà Eco Markt, la logica imprenditoriale è quella di curare molto il cliente, con prodotti di qualità a basso prezzo e prettamente italiani».

Nei 5000 metri quadrati ci saranno due grandi negozi: Eco Markt, un mega bazar dove si potrà trovare tutto quello che è inerente ad una casa «cosa che con la chiusura prima della Desio & Robè poi della catena nazionale di Mercatone uno era sparita nella nostra zona, l'altro, con il brand Eco Fashion dedicato all'abbigliamento».

Di sé, aggiunge Mion: «Dopo un colloquio a cui sono arrivato fortuitamente, sono rientrato in un capannone dove sono cresciuto ed ho lavorato per gran parte della mia vita essendo entrato a 16 anni con contratti stagionali nel 1995 con La stalla di Cipolli, creazione di un mio idolo Rolando Cipolli. Sono cresciuto passando a Euromercato Franceschini poi a Desio & Robè per poi raggiungere l'azienda strutturata, il marchio dell'idolo Marco Pantani che comunque dovrò sempre ringraziare e portarla nel cuore dato che mi ha fatto crescere professionalmente».

Capitolo dipendenti. «Momentaneamente siamo una trentina ma la previsione è arrivare almeno a 40: inseriremo solo ed esclusivamente altro personale con esperienza nel settore della Grande distribuzione no food. Colgo così l'occasione per dire che cerchiamo almeno una decina di figure professionali principalmente disoccupate e con realmente voglia di lavorare e crescere in un'azienda giovane che a breve aprirà un secondo punto vendita in Lombardia per poi crescere a livello nazionale. Ci siamo rivolti al Centro per l’impiego di Pisa, ma chi vuole, può portare il proprio curriculum mercoledì mattina all’inaugurazione. Come detto, purché sia già personale esperto. Tenga conto che dopo il mio ingresso, pur non avendo nessun obbligo sulla precedente attività, il signor Alessio Zhang ha dato la possibilità di ricollocare ben sette ex dipendenti, otto contando me, degli oltre 20 ormai dimenticati e con bassissima possibilità di ricollocazione vista l'età, pur avendo seguito i famosi corsi Anpal servizi organizzati dallo Stato, prima della Naspi, per tutti i dipendenti di Mercatone Uno».

RIPRODUZIONE RISERVATA