Quattro fermati di notte sotto l’effetto dell’alcol e due auto sequestrate

Tanti giovani lungo l’Aurelia diretti verso Pisa per passare la serata tra i locali. Spesso però si mettono alla guida dopo aver bevuto troppo

PISA. Sull’Aurelia controlli della polizia per garantire la sicurezza sulle strade. Con Pisa a fare da polo attrattivo per i giovani dell’hinterland e non solo, in molti si mettono in auto per raggiungere il centro città. E non sempre con sobrietà: in quattro infatti sono stati denunciati per il superamento dei limiti previsti per il consumo di alcol. E due auto sono state sequestrate.

Si tratta di giovani della provincia di Pisa e di un lucchese, controllati durante la serata a Pisa e come detto diretti verso il centro cittadino. E non sono state le uniche infrazioni legate al consumo di alcolici che si sono verificate nella notte pisana.


Sono stati controllati55 esercizi commerciali, di cui uno sanzionato dalla polizia municipale per la vendita di alcolici da asporto oltre l’ orario consentito come da ordinanza del sindaco.

È stato segnalato anche un ungherese, 32enne, come assuntore di sostanze stupefacenti dalla polizia ferroviaria perché trovato in possesso di circa 13 grammi di marijuana. L’uomo è stato bloccato durante un controllo sui viaggiatori in arrivo in stazione a Pisa in concomitanza con la vita notturna cittadina.

La polizia ha inoltre fermato e denunciato un 27enne per ricettazione perché stava guidando un maxi scooter che è risultato essere stato rubato alcune settimane fa in città. Il mezzo è stato sequestrato e sarà restituito, dopo il nulla osta della procura, al proprietario che ne aveva denunciato il furto.

Rientrata poi per fortuna l’allerta per la scomparsa di due minorenni, uno di 10 e uno di 11 anni. Si erano allontanati da casa senza dire nulla ai genitori e pareva che si fossero completamente perse le loro tracce. Verso le 22 sono stati gli agenti della polizia ferroviaria a ritrovarli. I due minorenni sono stati riportati in casa dai genitori.

© RIPRODUZIONE RISERVATA