Tangenziale, progetto definitivo: Ora scatta la fase degli espropri

La Provincia pronta a pubblicare l’avviso ufficiale: altri passi in avanti per il tratto che a Madonna dell’Acqua funzionerà da variante all’Aurelia

SAN GIULIANO. Ulteriori passi in avanti verso la realizzazione del primo lotto della tangenziale nord-est, sorta di variante all’Aurelia nel tratto di Madonna dell’Acqua. È stata completata la progettazione definitiva del lotto funzionale compreso tra i cosiddetti nodi 1-3 dell’intervento denominato “Viabilità di raccordo a nord di Pisa tra il nuovo polo ospedaliero, la strada statale 12 del Brennero, la strada statale 1 Aurelia e la strada provinciale 2 Vicarese, tratta Madonna dell’Acqua-Cisanello”. Passi successivi sono l’avvio del procedimento di variante al Poc del Comune di San Giuliano e il contestuale avvio del procedimento di apposizione del vincolo preordinato all’esproprio. Ora la Provincia, ente titolare dell’opera, deve inviare al Comune il progetto per l’accertamento della conformità urbanistica ed il relativo recepimento negli strumenti di programmazione territoriale.

In caso di progetto di opera pubblica o di pubblica utilità non conforme agli strumenti urbanistici, si procederà con le modalità concordate tra Provincia e Comune: in base alle normative in materia, l’approvazione del progetto di opera pubblica da parte del consiglio comunale di San Giuliano Terme costituisce variante agli strumenti di pianificazione territoriale, con contestuale apposizione del vincolo preordinato all’esproprio, previa pubblicazione con almeno 20 giorni di anticipo rispetto alla data del consiglio comunale di adozione della variante, dell’avviso di avvio del procedimento finalizzato all’apposizione del vincolo preordinato all’esproprio.


L’avviso di avvio del procedimento diretto all’approvazione del progetto e all’apposizione del vincolo preordinato all’esproprio, che ha un numero di destinatari superiore a 50, sarà pubblicato nei prossimi giorni.