Contenuto riservato agli abbonati

Ex Ciclilandia e anfiteatro di Calambrone: primi passi per i progetti di recupero

Pisa, approvati dalla giunta comunale studi di fattibilità e preliminari per la bonifica e la riqualificazione delle due aree. Ecco cosa è previsto

PISA. Due punti interrogativi che si trascinano da anni su altrettante realtà del litorale che muovono ora i primi passi per il loro recupero. Una è l’area dell’ex Ciclilandia a Tirrenia e l’altra quella dell’anfiteatro di Calambrone.

La giunta comunale ha approvato gli studi di fattibilità ed i progetti preliminari predisposti dalla direzione infrastrutture, viabilità, verde, arredo urbano. Inoltre ha votato l’atto come «immediatamente eseguibile» per «consentire quanto prima – si legge – l’organizzazione dei progetti e provvedere alla compartecipazione degli stessi». Un via libera dunque alla predisposizione dei progetti e alla definizione dei necessari finanziamenti.


Nelle schede allegate si ricorda che il parco pubblico di Ciclilandia è stato oggetto di un primo intervento di manutenzione straordinaria nel luglio scorso «per darne la fruizione pubblica – si specifica – nella parte attestante la piazza dei Fiori». Una riapertura parziale della grande area verde di Tirrenia, dove ci sono anche i resti del cinema estivo, che ha ricevuto «apprezzamento e uso dei fruitori nella seconda parte della stagione estiva», scrivono gli uffici comunali. Per questo l’amministrazione «intende riqualificare anche la parte che si collega alla via Pisorno dotando l’intera area di illuminazione pubblica ed arredi urbani». L’importo stimato delle opere ammonta a quasi 190mila euro.

Riguardo invece all’anfiteatro di Calambrone, opera mai utilizzata secondo le previsioni e più volte vandalizzata, il Comune «intende procedere con l’affidamento della gestione pluriennale del teatro a soggetti privati per darne piena fruizione soprattutto nella stagione estiva». Di conseguenza «si rendono necessari lavori di manutenzione straordinaria dell’impianto di illuminazione sopra le quinte laterali all’area per gli spettacoli, dell’impianto di illuminazione dei vialetti perimetrali il teatro, il rifacimento della pavimentazione lignea del palcoscenico e il rifacimento dell’attuale recinzione ubicata sul lato sud e ovest». Anche in questo caso l’importo stimato è di quasi 190mila euro.

Nella stessa delibera di giunta è compreso anche uno studio di fattibilità tecnico-economica per la realizzazione di aule verdi nei giardini degli asili nido. In pratica, è prevista la realizzazione di spazi all’aperto dotati di pavimentazione e sistema di ombreggiatura, completi di tavoli e sedie, per far svolgere l’attività primaverile ed estiva ai bambini. Il costo per questo progetto è stimato in quasi 160mila euro.

© RIPRODUZIONE RISERVATA