Disservizi e ritardi per i bus, l’ira del sindaco Di Maio

Il primo cittadino raccoglie le proteste di studenti e genitori e scrive una lettera-ultimatum a Ctt Nord chiedendo il ripristino e le modifiche di alcune linee

San Giuliano. Troppe disfunzioni, troppi disservizi. E, di conseguenza, tante proteste da parte degli studenti e delle loro famiglie.

Il sindaco del Comune di San Giuliano Terme Sergio Di Maio ha preso carta e penna e ha inviato una lettera all’azienda del trasporto pubblico locale Ctt Nord per chiedere l’immediato ripristino e alcune modifiche di alcune linee.


«Siamo costretti – scrive Di Maio alla Ctt – a segnalare diversi disservizi sulle tratte che attraversano il territorio in corrispondenza degli orari di entrata e uscita delle nostre scuole secondarie di primo grado (medie) di San Giuliano e secondarie di secondo grado di Pisa».

Il primo problema riguarda la linea 140: è dall’inizio dell’anno scolastico che la corsa al mattino presenta ritardi di 30-35 minuti, causando notevoli problemi ai ragazzi che frequentano le scuole pisane, specialmente a quelli provenienti dalla frazione di Campo. Il secondo problema è invece relativo a una carenza nelle coincidenze della tratta E3 Lucca-Pisa, via statale 12. L’autobus, infatti, arriva all’altezza di Molina di Quosa non prima delle 8.06, giungendo poi a San Giuliano non prima delle 8.15, causando quindi ogni giorno un ingresso ritardato dei ragazzi nell’ordine di 20 minuti. C’è anche un terzo problema, ed è quello che fa riferimento alla linea 70. «Premesso – si fa presente dal Comune – che l’uscita dalle scuole medie di San Giuliano è prevista per le 13.25, si evidenzia come il primo autobus disponibile dovrebbe arrivare tabellarmente 35 minuti dopo l’uscita da scuola. Pertanto gli alunni sostano per strada per oltre mezz’ora».

«Pur comprendendo – prosegue il sindaco Di Maio nella lettera a Ctt Nord – le difficoltà nel garantire un equilibrio tra le esigenze degli studenti, quelle degli utenti lavoratori e quelle di coloro che per altri motivi devono spostarsi tra le frazioni del comune o verso Pisa, chiediamo di sopperire a tutte le carenze del servizio. In via prioritaria si richiede immediate misure sulla linea 140 volte a garantire l’ingresso in orario degli studenti. Risultano comunque urgenti anche le ulteriori criticità segnalate volte alla riorganizzazione ed eventuale implementazione delle altre due tratte che ad oggi non sono oggettivamente in grado di adempiere alle necessità dell’utenza scolastica. Pur essendo – conclude il primo cittadino di San Giuliano – una tautologia (definizione illusoria che ripropone in termini solo formalmente diversi l’enunciazione di quanto dovrebbe costituire oggetto di spiegazione o di svolgimento, ndr), si sottolinea come non siano tollerabili disparità di trattamento fra i vari cittadini. Pertanto, ci aspettiamo una proposta d’ipotesi per la soluzione dei problemi in tempi strettissimi».

© RIPRODUZIONE RISERVATA