La pista ciclabile del Trammino arriverà a Tirrenia, via libera al progetto

Approvato dalla giunta comunale l’esecutivo (750mila euro) Il sindaco: ora l’affidamento dei lavori, sarà pronta in estate

PISA. Via libera della giunta al progetto esecutivo. Questo significa che potrà essere indetta presto la gara d’appalto per allungare la pista ciclabile del Trammino, da Marina fino all’abitato di Tirrenia. Un tratto di circa 2,3 km per un costo complessivo di 750mila euro. L’obiettivo è concludere i lavori entro la prossima estate.

La giunta comunale ha approvato anche il progetto definitivo in ambito urbano della ciclovia tra la Stazione Centrale e il polo universitario in via Bonanno.


«Procedono a passo spedito le azioni per sviluppare la mobilità dolce e dare concretezza alle strategie previste dal Piano Urbano per la Mobilità Sostenibile (Pums) della nostra città – dice il sindaco Michele Conti –. I progetti approvati in giunta corrispondono a tasselli fondamentali nel completamento della rete ciclabile sia urbana che extraurbana: nel caso del prolungamento della ciclopista del Trammino fino a Tirrenia si tratta di proseguire un’opera che ha una grande rilevanza non solo nello sviluppo della mobilità sostenibile dalla città verso il litorale, ma anche in relazione alle ricadute che ne possono derivare a livello turistico per il nostro territorio».

Il progetto prevede la realizzazione di un “corridoio” immerso nel verde, in modo da proseguire lo sviluppo della ciclopista in tutta sicurezza fino alla Bigattiera. L’ultimo passaggio, necessario ad avere il via libera, è arrivato dall’Ente Parco dopo la presentazione da parte del Comune di misure di mitigazione sui materiali da impiegare nel fondo della pista.

«Saremo presto in grado di affidare i lavori – aggiunge il sindaco – e realizzare entro la prossima estate l’intervento che ci permetterà di completare una ciclovia tra le più apprezzate nel sistema della mobilità dolce a Pisa».

Il tracciato riparte da dove arriva ora la ciclopista, ovvero alla stazione di Marina di Pisa (via Cagliaritana), per raggiungere dentro la pineta la via Bigattiera. Le caratteristiche tecniche saranno le stresse dei tratti già realizzati: larghezza 3,5 metri, pista in asfalto natura chiuso da lamiera in corten.

Come già fatto nel cantiere precedente, il materiale ferroviario ferroso verrà rimosso e saranno preservati i manufatti in cemento che corredavano la vecchia linea tramviaria (pali della elettrificazione, banchine ed eventuali barriere).

Stessa tipologia di ciclopista anche lungo il tratto di Bigattiera fino ad arrivare al viale del Tirreno, all’altezza del Bagno Lido, con l’unica differenza che su quest’ultimo tratto sarà posto un cordolo, a difesa dalla strada, che è molto transitata soprattutto nei mesi estivi.

I lavori, che saranno coordinati da Pisamo, dovrebbero partire entro la fine dell’anno e svolgersi nel corso del 2022.