Università di Pisa, a ottobre le elezioni del nuovo cda

Il rettore Mancarella (a sinistra) al passaggio di consegne con il suo predecessore Augello (a destra)

Nel 2022 finisce il mandato del rettore Mancarella e dovrà essere eletto il suo successore

PISA  Sono alle porte le elezioni per rinnovare il nuovo consiglio di amministrazione dell’Università di Pisa, organo di governo, di indirizzo strategico e di controllo dell'Ateneo. Dovranno essere rinnovati i cinque componenti interni e i due esterni che lo formano. La peculiarità è che il nuovo cda (l’attuale scade il 31 ottobre) accompagnerà solo per un anno l’attuale rettore, Paolo Mancarella, che si appresta ad affrontare l’ultimo anno d’incarico.

Sono nove i candidati per la componente interna, numericamente maggioritaria nel cda. Dovranno essere quattro docenti e un tecnico amministrativo. L’attuale consiglioè formato dai docenti Giovanni Cioni, Alberto Gargani, Anna Maria Raspolli Galletti e Sandro Paci, insieme all’amministrativo Andrea Lapi. Le elezioni sono previste nei giorni 18 ottobre, dalle 14 alle 17, e 19, 20, 21 ottobre, dalle 9 alle 17. Non sono arrivate invece sufficienti candidature per i componenti esterni. I posti da occupare sono due e le candidature attualmente sul tavolo altrettante. Le regole, però, prevedono che si arrivi almeno a quattro nomi. Così il rettore ha provveduto con un decreto a disporre la riapertura dei termini per la presentazione delle candidature: c’è tempo fino alle 13 del 1° ottobre.


I docenti che si sono candidati sono cinque. Uno di loro dunque verrà escluso dal voto, mentre gli altri quattro andranno a formare parte del nuovo cda. Vediamo qual è la rosa dei candidati, sulla quale di recente si è espresso anche il senato accademico.

Nella lista pubblicata il primo nome è quello di Marco Guidi, professore ordinario di Storia del pensiero economico. A seguire Maria Concetta Morrone, professoressa di Fisiologia, esperta di fama internazionale dei sistemi sensoriali nell’uomo e nei neonati.

Dopo in elenco si trova Sandro Paci, professore associato di Impianti Nucleari presso il dipartimento di Ingegneria Civile e Industriale e responsabile scientifico per Pisa del progetto Musa-Management and Uncertainties of Severe Accidents. Il quarto nome è quello di Monica Pratesi, professoressa ordinaria presso il dipartimento di Economia e Management e vincitrice di due cattedre europee Jean Monnet.

L’ultimo nome dei candidati del corpo docente è quello di Sergio Rocchi, professore ordinario e direttore del dipartimento di Scienze della Terra.

Per i tecnico-amministrativi, tra i quali sarà eletta una sola persona, le candidature pervenute sono tre: Gabriele Pulcini, programmatore e tecnico di sistemi informatici; Michele da Caprile, esperto in gestione delle risorse umane; Adriana Ciurli, che presta servizio come tecnico nel laboratorio di Fisiologia Vegetale.

Il cda dunque lavorerà un anno ancora insieme a Mancarella. Il 18 ottobre, alla presenza del presidente della Repubblica Sergio Mattarella, Mancarella inizierà il suo ultimo anno alla guida dell’ateneo.

Le elezioni verranno indette nei sei mesi precedenti la scadenza del mandato e anche se non c’è una data fissata, si può dire che tra la fine della primavera e l’inizio dell’estate ci sarà sicuramente il primo turno. E il ricambio dei vertici.

Libero Red Dolce

© RIPRODUZIONE RISERVATA