Green pass subito obbligatorio, un’azienda anticipa il decreto

Gasperini (Mobilart): il datore di lavoro deve garantire la tutela dei suoi dipendenti. L’appello di Confapi: il governo va nella giusta direzione, il vaccino dà certezze

PISA. «Il Green pass venga inserito al più presto nei luoghi di lavoro».

Confapi Pisa e del Tirreno, l’associazione delle piccole e medie imprese che opera su Pisa, Lucca, Massa Carrara e Livorno, si schiera nettamente sulla questione Green pass nel mondo del lavoro nel settore privato chiedendo che venga inserito al più presto l’obbligo del passaporto verde per accedere ai locali dei luoghi di lavoro, misura che sarà attivata dal 15 ottobre.


L’associazione ha pubblicato un video sui propri canali social raccontando l’esperienza di Lorenzo Gasperini, imprenditore titolare dell’azienda Mobilart Srl di Navacchio e facente parte del direttivo dell’associazione Confapi. Mobilart, dopo aver sensibilizzato e invitato i lavoratori alla vaccinazione e informato le associazioni sindacali, ha stabilito l’obbligo del Green pass per l’accesso ai locali aziendali, obbligo che ha coinvolto anche i subcontractors che lavorano per l’azienda. L’iniziativa ha riscosso il favore dei tanti, infatti il 98 per cento dei lavoratori ha aderito all’iniziativa.

«Il datore di lavoro è garante della salute e della sicurezza dei dipendenti e dei terzi che si trovano all’interno dei locali aziendali – dice Gasperini – ed ha quindi il dovere di adottare tutte le misure di prevenzione e protezione necessarie a tutelare l’integrità fisica dei lavoratori. Già ad agosto abbiamo sensibilizzato, attraverso una circolare, tutti i nostri dipendenti sulla necessità di vaccinarsi. Con l’obbligo del Green pass vogliamo difendere la salute dei lavoratori, scongiurare chiusure dell’azienda e dare il nostro contributo per sconfiggere il Covid-19».

«Il vaccino è l’unico strumento che abbiamo al momento per sconfiggere il virus – aggiunge Luigi Pino, presidente Confapi Toscana e Confapi Pisa e, salvo comprovate motivazioni di salute, è necessario sottoporsi a vaccinazione per poter frequentare luoghi in condivisione con altre persone. Anche e soprattutto sul luogo di lavoro. Sappiamo che il governo sta andando in questa direzione e che in questi giorni sarà discusso il decreto che renderà obbligatorio il Green pass, di questo siamo molto contenti. Le nostre imprese, come nel caso dell’esperienza intelligente di Mobilart, stanno facendo sforzi non indifferenti per ripartire e i nostri imprenditori vogliono garantire un luogo di lavoro sicuro ai lavoratori e alle lavoratrici. Il vaccino può garantire sicurezza e continuità lavorativa».

© RIPRODUZIONE RISERVATA