Trans picchiata, la questura a caccia dell’aggressore

L'aggressione al bar Livorno dopo che lei avrebbe danneggiato l'auto di un uomo

PISA. In questura stanno lavorando per dare un nome all’autore dell’aggressione ai danni della transessuale che l’altra notte è stata colpita più volte da un uomo all’esterno del bar Livorno.

All’origine della lite, con la transessuale soccombente, ci sarebbe il danneggiamento all’auto dell’aggressore che ha poi inseguito e picchiato la presunta autrice della rottura di uno specchietto retrovisore. Si vede l’uomo a torso nudo che rifila sberle alla brasiliana stesa a terra.


Per il danneggiamento la trans, 38enne, è stata denunciata e anche per non aver rispettato l’ordine del questore di lasciare il territorio visto che ha precedenti simili. È stata anche affidata alle cure del 118 per il suo stato di agitazione.

L’aggressione è stata ripresa con un telefonino e il video è passato da un cellulare all’altro moltiplicandosi con centinaia di contatti.

«Venuti anche noi in possesso del video, stiamo approfondendo a livello investigativo i fatti in questione per procedere contro le persone responsabili della aggressione» spiegano in questura.

La trans con una scarpa ha rotto pure la vetrina del bar Livorno per poi andarsene lungo l’Aurelia. È un personaggio conosciuto dalle forze dell’ordine per altri episodi di richiamo a livello di ordine pubblico. In piazza Garibaldi e in Corso Italia prima dell’estate arrivò a denudarsi urlando frasi sconnesse contro i passanti.