Tipici da Spiaggia, l’Arlecchino è nel segno di “Mamma Laura”

Per la decima stagione il ristorante del bagno è gestito da Agata Costagli Cucina casalinga e per l’appuntamento di domani punta sul cacciucco

Donatella Lascar

Marina di Pisa. Domani sera prende il via la rassegna “Tipici da Spiaggia” organizzata da Confcommercio Provincia di Pisa, dal Sib (Sindacato Italiano Balneari) e dal Fipe-Confcommercio che promuove i prodotti agroalimentari di qualità del territorio all'interno degli stabilimenti balneari del Litorale pisano. Con i “Tipici da Spiaggia”, il cibo “Made in Italy” è protagonista infatti, sia domani sera, giovedì 29 luglio, che giovedì 26 agosto, quando gli stabilimenti che hanno aderito all’iniziativa, nei loro menu proporranno piatti tipici con specialità del territorio. Domani sera, ad esordire con questa iniziativa tra altri ristoranti di stabilimenti ci sarà anche il ristorante del bagno Arlecchino di Marina chiamato “Mamma Laura”, il nome è in onore appunto della madre di Agata Costabile che gestisce il ristorante, una veterana di questo lavoro che con quest’anno tocca la decima stagione.


«Dato che sia io che mia madre siamo appassionate di cucina -racconta Agata -, mio padre ci disse: “Proviamo”. Così abbiamo cominciato quasi per gioco e poi è diventato un lavoro. La nostra è una cucina casalinga che con il tempo abbiamo modernizzato. Di classico abbiamo la pasta agli scampi, allo scoglio per poi passare alla paella, agli scampi con i pistacchi, alla calamarata, al bauletto spada e lime, su prenotazione serviamo anche le cruditè di pesce insomma, piatti classici e innovativi. Per domani però, prepareremo il cacciucco classico o meglio, il cacciucco di “Mamma Laura” e vino. Noi utilizziamo prodotti del territorio – precisa Agata -, per il pesce ad esempio, ci serviamo alla pescheria Boccadarno di Marina, il pomodoro deve essere rigorosamente italiano e di pasta utilizziamo la Rummo. Insomma, cerchiamo di usare tutti prodotti di qualità. Noi parteciperemo anche alla serata del 26 agosto e speriamo che queste serate abbiamo successo, che la gente venga perché questa è una bella iniziativa da ripetere anche nei prossimi anni perché ci unisce un po’ tutti e almeno per una volta non prevale la rivalità. Noi a lavorare siamo tutte persone di famiglia, praticamente è come se lavorassimo in casa e ognuno, nel suo ruolo, da il meglio di sé».

Il ristorante “Mamma Laura” è dotato anche di una terrazza sul mare dove prima della pandemia venivano organizzate anche serate a tema ma, adesso, per garantire il distanziamento questo intrattenimento è stato sospeso in attesa che le cose piano piano tornino alla normalità. «Il lavoro c’è – afferma la ristoratrice – e anche se abbiamo dovuto ridurre i posti ci siamo organizzati per lavorare su tre turni. Comunque, abbiamo rinnovato ugualmente tutto il ristorante e questo stabilimento, secondo me, è uno dei migliori bagni di Marina. Non è grandissimo ma non gli manca niente». Iniziative come questa, sono anche un modo per rilanciare il turismo sul litorale attirandolo con idee nuove dopo un periodo economicamente difficile a causa della pandemia. —

© RIPRODUZIONE RISERVATA