Zona Duomo a Pisa vietata a monopattini e segway

In monopattino in piazza Duomo: la nuova ordinanza lo vieta

Il provvedimento riguarda anche le bici dalle 10 alle 20. "Una tutela soprattutto nei periodi di maggiore presenza di turisti"

PISA. La zona pedonale del Duomo a Pisa, a cominciare da Piazza dei Miracoli, off-limits per monopattini e segway. E con limitazioni anche per le biciclette. Nuova ordinanza della Polizia municipale, a firma del comandante Alberto Messerini, per regolamentare la circolazione nella principale area turistica della città, anche se i flussi in tempo di pandemia non sono certo paragonabili a quelli pre-Covid.

E così, con la buona diffusione che ha avuto in città (nonostante i numeri ridotti di turisti, studenti universitari e pendolari), il monopattino non potrà portare fin sotto la Torre pendente, a meno di non condurlo a mano.


L’ordinanza deriva dalla «necessità – si legge nell’atto – di proteggere la zona pedonale di piazza Duomo e vie limitrofe dal transito dei velocipedi, anche elettrici, compresi gli acceleratori di andatura, soprattutto in alcuni periodi dell’anno di maggiore presenza di turisti». Il provvedimento infatti, come specificato, si riferisce a vari mezzi comprendendo hoverboard, segway e monowheel.

La decisione è stata presa dal comitato della mobilità nella riunione dello scorso 29 aprile.

Attuando tali scelte, l’ordinanza dispone, per l’area pedonale di piazza Duomo, via Santa Maria e piazza Arcivescovado, il divieto di circolazione per monopattini, hoverboard, segway e monowheel. Mentre per le biciclette vige il divieto di circolazione dal primo maggio al 30 settembre dalle 10 alle 20. Nell’atto si specifica anche che «i suddetti mezzi, nei periodi di divieto di circolazione, devono essere condotti a mano».

Oltre che la decisione del comitato della mobilità, l’ordinanza segue la campagna di sensibilizzazione sulla sicurezza in monopattino elettrico lanciata nello scorso gennaio dal Comune e da Pisamo insieme a Bit-Mobility e Helbiz, le due aziende che in città gestiscono il servizio di mobilità in sharing. Attraverso affissioni di manifesti e un’attività sui social del Comune, la campagna vuole indicare le principali regole per il corretto utilizzo dei monopattini.

Nell’occasione si ricordava che la circolazione è ammessa esclusivamente su piste ciclabili, percorsi ciclopedonali, all’interno della Ztl, sulle strade urbane sulle quali vige il limite di velocità di 50 km/h esistenti su tutto il territorio comunale. Non è ammessa nelle strade a maggiore concentrazione turistica come attorno al complesso monumentale del Duomo.

L’ordinanza specifica l’area di applicazione e annuncia la predisposizione da parte di Pisamo di un’apposita segnaletica verticale e orizzontale. I controlli degli agenti della Polizia municipale scatteranno di conseguenza.