Contenuto riservato agli abbonati

Controlli sul litorale e sulle spiagge: oltre al quad ci sarà anche un drone

Marina di Pisa, da giugno il personale ordinario della polizia municipale sarà affiancato da sei nuovi agenti a tempo determinato

MARINA DI PISA. Il conto alla rovescia per l’inizio della stagione sul litorale ormai è cominciato. Nel prossimo fine settimana gli stabilimenti balneari apriranno i battenti e con loro tornano anche i controlli sulle spiagge per combattere il commercio abusivo. Il compito di pattugliare le spiagge è affidato alla Polizia municipale, che potrà contare anche su mezzi e strumenti tecnologici. Al quad giù utilizzato lo scorso anno si affiancherà un drone che, come dice l’assessora alla sicurezza Giovanna Bonanno, «è stato acquistato appositamente come ulteriore supporto per un presidio costante e puntuale del territorio».

Leonardo Fortezza e Emanuele Brambilla sono i due piloti del drone in forza alla Polizia municipale che hanno spiegato come questo strumento, dotato di una telecamera potente, permetta di individuare situazioni pericolose o anomale che altrimenti potrebbero sfuggire al controllo.


Il servizio di prevenzione e lotta al commercio abusivo sarà attivo nei fine settimana del mese di giugno e tutti i giorni nei mesi di luglio e agosto. E di questo impegno la scorsa estate se ne sono visti i frutti, come ha puntualizzato Bonanno. «Lo scorso anno infatti – sottolinea – gli agenti della Polizia municipale lungo le nostre spiagge hanno sequestrato circa 10mila pezzi di merce contraffatta. Quest’anno al lavoro di controllo sarà affiancato anche un drone e da giugno al distaccamento del litorale arriveranno altri sei agenti della municipale assunti a tempo determinato appositamente per il periodo estivo».

«Nel frattempo – aggiunge l’assessora – stiamo anche predisponendo alcune convenzioni con le associazioni del litorale che ci daranno un ulteriore contributo per quanto riguarda il presidio delle spiagge e dell’intera zona».

Come negli anni scorsi, la Polizia municipale parteciperà anche al programma “Spiagge sicure”, che viene attivato dal ministero dell’Interno attraverso la prefettura e a cui partecipano tutte le forze di polizia, compresa la Capitaneria di porto.

«Con il ritorno della Toscana in zona gialla e l’apertura degli stabilimenti – dice ancora Bonanno – il Comune ha pensato bene di organizzarsi fin da subito per garantire la sicurezza sul litorale».

Il commercio abusivo è sempre stata una piaga del litorale sia in estate che in inverno, anche se in questi mesi invernali, forse per colpa del Covid e delle varie chiusure e dei continui controlli sul territorio, in piazza Belvedere a Tirrenia, meta preferita dei venditori abusivi, questo fenomeno non si è più ripresentato.

Il comandante della Polizia municipale, Alberto Messerini, sottolinea che sostanzialmente verrà riproposto il modello dello scorso anno. Soprattutto garantisce che il litorale non rimarrà sguarnito e che ai sei nuovi agenti ne saranno affiancati altri provenienti dalla città.

L’ispettore Gina Vitagliano, che si trova a capo del distaccamento del litorale, per il lavoro svolto lo scorso anno ha ringraziato anche i bagnanti che sono stati molto collaborativi. «Lo scorso anno eravamo un po’ preoccupati – esordisce l’ispettore – perché il litorale non è proprio adatto per l’uso del quad, ma ce l’abbiamo fatta. Ringrazio i bagnanti che ci facevano largo sulla spiaggia per farci passare senza difficoltà e in alcuni casi, quando eravamo costretti a lasciare il mezzo per intervenire a piedi, hanno svolto un’opera di sorveglianza del quad. Durante la scorsa estate abbiamo anche controllato che non vi fossero assembramenti e che venissero rispettate le distanze. E, dietro segnalazione di uno stabilimento dove era stata notata una persona sospetta, abbiamo arrestato un latitante». —

© RIPRODUZIONE RISERVATA