Pisa, furti e saccheggi nella notte

Finestra forzata da "I'm Burger" (foto Muzzi)

Colpiti il bar in una sede dell’ateneo, un distributore e una paninoteca

PISA. È possibile, ma non scontato, che sia il solito balordo che nei giorni scorsi aveva già rimediato una denuncia per furto aggravato dopo essere entrato nella farmacia Landini sull’Aurelia per poi uscirne con pochi spiccioli. I bersagli e la pochezza dei bottini sono in linea con i raid da ladro bagatellare che nella notte tra ieri e domenica sono stati messi in fila tra San Giuliano e Pisa. Una sequenza che ha interessato il distributore Esso sull’Aurelia a Madonna dell’Acqua, il bar interno al polo didattico Porta Nuova di via Nelli e il locale “I’m Burger” a Ospedaletto. Tre obiettivi raggiunti in un lasso di tempo compatibile con un giro notturno concluso con danni che superano quello che è stato rubato. E un tentativo di intrusione intorno alle 22 a La Vettola, nei pressi dei laboratori Guidotti con la forzatura di una finestra del loggiato con i proprietari in casa. Il primo accesso in ordine cronologico è avvenuto nel polo didattico. Il ladro ha spaccato la vetrina d’ingresso del bar e una volta all’interno si è diretto alla cassa per poi svuotarla. Poche decine di euro i soldi spariti. Sul pavimento gli arredi rimossi e altri danni all’ambiente per un furto segnalato dal sistema d’allarme che portato sul posto la vigilanza privata. L’arrivo dei poliziotti delle volanti è servito per una conta provvisoria dei danneggiamenti. Nella notte segnata dai furti un’altra chiamata ha spedito gli agenti sull’Aurelia all’interno del distributore della Esso a Madonna dell’Acqua. Qui il bandito ha spaccato la vetrina del piccolo ufficio. Erano circa le 3,30. Entrato nello spazio riservato all’amministrazione della stazione di servizio, il ladro ha aperto cassetti e armadi senza, però, fuggire con somme di denaro. Un’intrusione andata a vuoto che è costata al gestore le spese per la riparazione della vetrata. Le telecamere hanno filmato la fuga del bandito. Si vede una persona che scappa su una bici scura. Anche il 23enne pisano denunciato per il furto alla farmacia Landini si muove in bicicletta durante le sue visite notturne. Una similitudine utile nelle indagini per risalire all’autore del colpo. Prima dell’alba il conto degli assalti è cresciuto con un’altra tappa, quella in via Sterpulino. Da “I’m Burger” il ladro ha preso un portafiori all’esterno del locale per usarlo come oggetto di sfondamento. È andato a segno mandando in frantumi una porta con i maniglioni antipanico. Il buco aperto nella parte bassa dell’ingresso a vetri è stato allargato a suon di calci. Si è infilato sotto e ha puntato il fondo cassa. Una trentina di euro il “guadagno” dell’irruzione. —