Don Bosco, detenuto aggredisce un agente

Il carcere Don Bosco

L'episodio contro il poliziotto che stava difendendo un medico e un'infermiera

PISA. Ancora un’aggressione ai danni della polizia penitenziaria del carcere di Pisa. Domenica 18 aprile alle 19,30 circa, un detenuto italiano, nel tentativo di aggredire un medico e l’infermiera, ha consumato la sua furia nei confronti di un agente della penitenziaria, strattonandolo più volte contro il cancello della stanza detentiva. L'agente, accorso per proteggere e difendere i due sanitari, è stato sbattuto violentemente contro le inferriate, riportando una contusione dorsale e della spalla, con una prognosi di 5 giorni.A darne notizia è la segreteria provinciale della Uil polizia penitenziaria, il sindacato indignato dichiara : “Gli episodi verificatisi negli ultimi mesi ai danni degli agenti, costituiscono un evidente segnale di come i detenuti stiano adottando spesso una strategia della tensione e dell’intimidazione nei confronti della polizia penitenziaria che, gestisce la sicurezza nelle carceri e garantisce all’interno delle stesse il rispetto della legalità e la tutela degli interessi della collettività nazionale. Auspichiamo che l’amministrazione sappia trovare una soluzione immediata. Ma, soprattutto, - conclude la Uil-Pa polizia penitenziaria - teniamo a far sentire la nostra vicinanza al collega trasferito al pronto soccorso di Cisanello per controlli e cure previsti, augurandogli una pronta guarigione".