Contenuto riservato agli abbonati

Aeroporto di Pisa, le compagnie sfidano il virus: le 68 destinazioni per la stagione estiva

Un volo Ryanair al Galilei

Fino a ottobre la programmazione comprende voli nazionali e internazionali da parte di 21 vettori low cost e non

PISA. Quasi settanta destinazioni e più di venti compagnie operanti. Il Galilei di Pisa scalda i motori e riaccende le speranze di ripresa. Alimentate anche dalla guerra dei vettori low cost, da settimane impegnati in una “sfida” a colpi di nuove rotte aggiunte alla programmazione estiva e ad offerte che hanno portato ad un crollo dei costi dei biglietti per cercare di accaparrarsi nuove strade nei cieli europei e stimolare il mai sopito desiderio di migliaia di turisti di tornare a viaggiare.

Si apre con la previsione di 68 destinazioni la summer season dell’aeroporto pisano, 14 rotte in meno rispetto alle 82 che hanno caratterizzato la stagione estiva 2019 del Galilei, l’ultima del periodo pre-pandemia.


Fino al 30 ottobre dal Galilei si potrà volare verso Alghero, Amsterdam, Atene, Barcellona Girona, Barcellona El Prat, Bari, Berlino Brandeburgo, Billund, Birmingham, Bordeaux, Brindisi, Bristol, Bruxelles Charleroi, Bucarest, Budapest, Cagliari, Casablanca, Catania, Cefalonia, Colonia-Bonn, Comiso, Copenaghen, Corfù, Cracovia, Danzica, Doha, Dublino, East Midlands, Edimburgo, Eindhoven, Fès, Francoforte (Main), Fuerteventura, Glasgow Prestwick, Göteborg-Landvetter, Helsinki, Ibiza, Lamezia Terme, Leeds-Bradford, Lisbona, Londra Gatwick, Londra Heathrow, Londra Stansted, Londra Luton, Lviv, Madrid, Malta, Manchester, Marina di Campo-Isola d’Elba, Marrakech, Mosca Domodedovo, Nantes, Olbia, Oslo, Palermo, Palma di Maiorca, Parigi Beauvais, Parigi Orly, Praga, Rodi, Siviglia, Skiathos, Stoccolma Arlanda, Stoccolma Skavsta, Tenerife, Tirana, Trapani, Valencia.

Ad operare dal Galilei nei prossimi sette mesi saranno 21 compagnie aeree: Ryanair, Transavia, Aegean Airlines, Vueling, Jet2.com, Volotea, Wizz Air, EasyJet, Air Arabia Maroc, Eurowings, Norwegian Air Shuttle, Scandinavian Airlines, Qatar Airways, Lufthansa, Aer Lingus, British Airways, Silverair, S7 Airlines, Volotea, Air Albania, Albawings.

Le rotte “disegnate” dalle singole compagnie aeree dal Galilei sono per il momento previsioni. Destinazioni “prenotate”, che saranno coperte con frequenze molto limitate rispetto al periodo pre-Covid, che i vettori potranno cancellare o riprogrammare sulla base dell’andamento dell’emergenza sanitaria e delle restrizioni applicate dalle singole Regioni e dai vari Paesi europei. Ad influire sulla frequenza e sull’effettuazione dei voli programmati sarà anche il cosiddetto load factor, il coefficiente di riempimento dei singoli aerei. Senza un numero minimo di posti occupati, i vettori potranno decidere di cancellare o rimandare un volo previsto. Una sorta di sperimentazione quella delle compagnie aeree per testare la risposta del mercato e le possibilità di spostamenti che aumenteranno parallelamente all’incremento delle campagne vaccinali in corso nei singoli Stati. E concretizzata con una programmazione che punta anche a riaccendere le speranze di ripartenza dello scalo pisano e dell’intero sistema economico che ruota attorno al Galilei.