Knaster a Pisa: «Felice di essere qui». Pappardelle al cinghiale per festeggiare

Knaster a San Rossore (Simone Bachini/Italia 7)

Prima giornata sotto la Torre per il nuovo proprietario del club nerazzurro dopo la firma degli accordi avvenuta mercoledì 20 gennaio. A pranzo piatti tipici toscani

PISA. Alexander Knaster ha trascorso la sua prima giornata da nuovo proprietario del Pisa al ristorante Poldino a San Rossore, in compagnia del presidente Giuseppe Corrado e di suo figlio Giovanni, dirigente della squadra nerazzurra. Poi, il magnate russo americano è andato all'Arena Garibaldi per incontrare la squadra che proprio allo stadio prepara la partita di venerdì 22 gennaio a Chiavari contro l'Entella.

Alexander Knaster con la mascherina nerazzurra e il logo del Pisa a San Rossore (immagine del video di 50 Canale)

Giuseppe Corrado e Alexander Knaster a San Rossore (immagini di 50 Canale)

ECCO IL NUOVO PROPRIETARIO

Mascherina nerazzurra col logo del Pisa e abbigliamento informale, Knaster ha così vissuto il giorno dopo la firma degli accordi che lo hanno portato a essere il numero uno del club dopo una lunga e attenta valutazione dei conti societari, prima di chiudere la trattativa nella storica giornata di mercoledì 20 gennaio. Alla domanda se fosse felice di essere a Pisa ha annuito con la testa proseguendo senza rilasciare dichiarazioni.

UN "ROSSO" DI BOLGHERI PER FESTEGGIARE

Il menù era a base di salumi misti di cacciagione e pappardelle al cinghiale e per vino è stato scelto un rosso di Bolgheri. Knaster e i Corrado hanno pranzato in una saletta riservata. Il magnate russo statunitense è stato molto cordiale con il personale di Poldino apprezzando in maniera particolare il cibo consumato.