Pisa e Arena: si compone il mosaico di ruoli e interessi nel super affare

Intreccio tra passaggio di proprietà del Pisa Sc e progetto di restyling dell’Arena Garibaldi: i protagonisti e i ruoli

PISA. Si va componendo il mosaico attorno all’intreccio tra passaggio di proprietà del Pisa Sc e progetto di restyling dell’Arena Garibaldi.

Il magnate anglo-russo Alexander Knaster tratta in modo spedito l’acquisizione della maggioranza della società nerazzurra dai soci Ricci e Paletti. Al suo fianco nel club, con ampi margini di manovra per la parte sportiva, ci sarà Giuseppe Corrado, oltre a Giovanni Corrado e al direttore sportivo Roberto Gemmi.



Knaster si avvale, nella trattativa per l’acquisizione del Pisa, della piattaforma inglese Tifosy di Fausto Zanetton e Gianluca Vialli. Tifosy svolge esclusivamente un ruolo di advisor e quindi non avrà una partecipazione nella nuova società.

Parallelamente si muove l’operazione stadio, con Yard di Alessandro Pasquarelli, advisor del Pisa, che dialoga con il gruppo inglese Legends International, colosso specializzato nella gestione degli impianti sportivi e nella predisposizione di piani per ottenere super ricavi dalle iniziative collaterali.

È Corrado il collante tra Knaster e Legends International. Resta da formare il gruppo che proporrà il progetto stadio al Comune e lo finanzierà. 



© RIPRODUZIONE RISERVATA