“The mirror” lancia un segnale di speranza e apre in via Crispi

Pisa. La giovane Lavinia Bini è la titolare di un nuovo centro estetico «Mi metto in gioco sfidando anche questo momento particolare» 

PISA. È destinato a diventare lo “specchio” dell’emergenza sanitaria. Sintesi di una pandemia che ha costretto a fermarsi, a ripensare alla quotidianità e rivalutare le proprie ambizioni, ma non ad infrangere sogni e progetti di vita. Gli stessi che con forza di volontà, abnegazione e sacrifici Lavinia Bini, 26enne pisana, punta a concretizzare la prossima settimana con l’apertura in via Crispi di “The mirror”, un nuovo centro estetico.

Una scommessa, certo. Ma anche un segno di speranza. Un seme della rinascita che Bini spera di far germogliare non appena la Toscana riuscirà ad uscire dalla zona rossa. Il 3 dicembre: una data che diventerà una sorta di bivio i toscani. Da una parte il prolungamento delle più rigide restrizioni, che ha costretto alla chiusura anche i centri estetici, dall’altra una graduale ripartenza che per la 26enne pisana coinciderà con l’autonomia lavorativa dopo otto anni alle dipendenze di un istituto di bellezza. Nessuna festa di inaugurazione, nonostante i progetti prevedessero un’apertura in grande stile a più riprese rimandata. Le porte del centro di via Crispi saranno semplicemente spalancate, ma non immediatamente. Il 4 dicembre è infatti un venerdì e, si sa, “né di Venere, né di Marte, non si sposa non si parte, né si dà principio all’arte”. C’è una pandemia da fronteggiare, ma anche con la scaramanzia non si scherza.


Rinviata quindi al 5 dicembre la possibile apertura del centro estetico, che vanta cinque cabine dedicate a pressoterapia, solarium, radiofrequenza estetica, depilazione laser, manicure e pedicure ed un’area make-up. «Voglio mettermi in gioco sfidando anche questo momento particolare - dice Bini - per iniziare a costruire, in sicurezza, il futuro». Da qui la scelta di rilevare pochi mesi fa un vecchio centro estetico, ristrutturarlo e dotarlo delle più moderne tecnologie assicurando l’assunzione di un’estetista e due tirocinanti, e contribuendo ad intraprendere la strada della rinascita che in tanti sperano di attraversare al più presto. La stessa che Bini inizierà a percorrere a suon di trucchi, trattamenti estetici e di benessere perché anche la bellezza, interiore ed estetica, potrà contribuire a salvare il mondo. —

D.r.

© RIPRODUZIONE RISERVATA