Estensione della pista ciclabile del Trammino, progettazione in corso

PISA

L’amministrazione comunale ha inserito nel piano triennale delle opere pubbliche approvato in giunta uno stanziamento di 750mila euro per realizzare il prolungamento della ciclopista dell’ex Trammino inaugurata questa estate e terminata nelle scorse settimane con la stesura dell’ultimo strato di asfalto natura. Con questo intervento sarà così possibile collegarsi alla ciclopedonale già esistente sul litorale, permettendo ai ciclisti di andare da Pisa a Calambrone senza soluzione di continuità. Pisamo sta predisponendo in questi giorni il progetto esecutivo: si tratta di proseguire il percorso dalla Stazione di Marina di Pisa arrivando fino alla via Bigattiera, davanti al Bagno Lido a Tirrenia, in modo da poter collegare la ciclopista dell’ex Trammino alla pista ciclopedonale del litorale, che porta fino a Calambrone.


«Oltre alla cifra sostanziosa investita dal Comune, chiederemo ulteriori finanziamenti alla Regione Toscana per completare l’opera», dice l’assessore alla mobilità urbana Massimo Dringoli, che aggiunge: «Vogliamo sfruttarne a pieno tutte le potenzialità a livello turistico per il nostro territorio. Si creerebbe infatti un percorso ciclabile che scorre lungo l’area verde della nostra pineta litoranea, da San Rossore (attraverso la realizzazione del ponte ciclopedonale delle Cascine) fino a Calambrone, che verrebbe a valorizzare anche la fascia interna del litorale».

«Realizzeremo altri 2.300 metri di pista, con le stesse caratteristiche tecniche dei tratti già realizzati (larghezza 3,5 metri, asfalto natura chiuso da lamiera in corten, con sottostante pacchetto stradale costituito da binder) - spiega il direttore di Pisamo, Alessandro Fiorindi -. Come già fatto nel cantiere precedente, il materiale ferroviario ferroso verrà rimosso e saranno preservati i manufatti in cemento che corredavano la vecchia linea tramviaria (pali della elettrificazione, banchine, ed eventuali barriere)».

«Salvo eventuali stop dei cantieri dovuti all’emergenza epidemiologica - conclude Dringoli - prevediamo a breve di disporre del progetto esecutivo del nuovo tratto di ciclopista, in modo da poter fare partire il cantiere nel 2021 ed arrivare entro l’estate prossima ad inaugurare il proseguimento dell’opera, che permetterà di arrivare fino a Tirrenia e da qui, attraverso la pista ciclopedonale già esistente lungo il litorale, a Calambrone». —

© RIPRODUZIONE RISERVATA