Premio alla creatività per Wearable Robotics

san giuliano

È pisana una delle aziende più innovative della Toscana. Wearable Robotics si è aggiudicata il secondo posto al premio Primavera d’Impresa 2020, l’iniziativa regionale nata per promuovere e valorizzare la creatività delle imprese patrocinata da Regione, Comune di Livorno, tutte le Province, associazioni di categoria, dagli atenei di Firenze, Pisa e Siena, dalla Scuola Normale, dalla Scuola Superiore Sant’Anna, dal Cnr e da circa cento aziende del territorio che hanno scelto di essere partner di questa edizione. Premiazione e evento di chiusura si sono tenute nei giorni scorsi. Ben 128 aziende candidate, più del doppio dell’edizione precedente, esaminate dal comitato tecnico scientifico che ha selezionato i tre progetti innovativi che hanno garantito alle aziende un reale vantaggio competitivo. La Wearable Robotics, spin off della Sant’Anna con sede a San Giuliano Terme, crea dispositivi robotici esoscheletrici sensorizzati usati in campo industriale e medico con diversi scopi: aumentare le capacità umane nell’industria, ad esempio per sollevare carichi pesanti, per l’ausilio alla deambulazione di persone disabili o anziane e per la riabilitazione motoria per persone neuro lese. Sul podio anche la Nuova Cev, cooperativa empolese specializzata nella lavorazione del cristallo soffiato a bocca con tecniche uniche al mondo, e la Erredue spa di Livorno che progetta, realizza e vende in tutto il mondo generatori di gas tecnici per l’industria. «È stata una bella sorpresa e una grande soddisfazione – commenta Enrico Matteo Messa della Wearable Robotics – Questo riconoscimento ci dà ancora più motivazione e la spinta giusta per affermarci sul mercato con il nostro progetto. Siamo consapevoli che il settore della robotica sia in espansione, non solo in campo industriale, ma anche sanitario e domestico. Questi dispositivi entreranno nella vita di tutti i giorni, adesso sembra fantascienza ma lo stesso avremmo pensato degli smartphone fino a pochi anni fa». —