Logli e quelle bugie pianificate per depistare le indagini iniziali

Antonio Logli tra i suoi avvocati

La Cassazione: «Roberta non avrebbe mai abbandonato i figli di sua volontà». Omicidio non premeditato, ma innescato dalla scoperta dell’amante Sara