La cultura spodesta le “vasche” dello shopping Lungo il corso Silvia Volpi presenta il suo giallo

Il Tirreno, Little Star Cafè e libreria Fogola insieme per la presentazione del libro della scrittrice pisana intervistata dalla criminologa Bellini 

l’evento

Per quasi due ore la cultura s’impadronisce delle “vasche” dello shopping e prova a recitare il ruolo di protagonista lungo il centralissimo corso Italia. L’esperimento, allestito da Il Tirreno con la preziosissima collaborazione del Little Star Cafè di Daisy Bernini e della libreria Fogola, ha fatto centro. Curiosità ed interesse attorno alla nuova creatura letteraria della scrittrice pisana Silvia Volpi, il libro “Alzati e corri, direttora”, edito da Mondadori.


La pubblicazione di Volpi è un giallo brillante e ironico, tutto virato al femminile, con una piacevole ambientazione toscana. Protagonista è Elsa Guidi, quarantasette anni, un marito affettuoso ma distratto, due figli adolescenti che la fanno disperare quanto basta. Da un paio d’anni Elsa è a capo del quotidiano “Piazza”. La “direttora” comanda a bacchetta tutti e non le manda a dire a nessuno, a partire dalla riunione delle dieci, in cui affida i vari pezzi della giornata. Il suo bersaglio preferito è Tommaso Morotti, “il Moro”, cronista di nera con gli occhi dolci e le spalle larghe.Quando, in una bella mattina di primavera, un giovane elettricista precipita dal terrazzo di un condominio in centro, la direttora non ci pensa due volte a scatenare il suo segugio migliore e a chiedergli di raccontare la storia della persona dietro quel corpo sul selciato: un bravo giornalista deve arrivare al cuore del lettore. Le cose si complicano però quando al giornale vengono recapitate un paio di buste anonime apparentemente legate al suicidio dell’uomo. Intervistando alcuni negozianti della zona, “il Moro” si accorge che qualcosa non torna. Direttora e nerista, in corsa contro il tempo per battere la concorrenza sulla notizia, si buttano a capofitto nell’indagine, non senza punzecchiarsi in continuazione. Chi arriverà per primo alla verità?

Per un giallo appassionante e spumeggiante come quello di Volpi ci voleva un’interlucutrice d’eccezione. E al pubblico e ai lettori il libro è stato infatti presentato dalla neurologa e criminologa Giovanna Bellini. —