Esplosione al dipartimento di chimica, studente ustionato ad una mano - Video

Studenti escono dal dipartimento (foto Muzzi)

Pisa, l'uomo è stato portato in ospedale in codice giallo. Interessati tre laboratori della struttura di via Moruzzi. Lezioni sospese anche mercoledì 24

Esplosione al dipartimento di chimica: l'intervento dei vigili del fuoco

PISA. Esplosione al dipartimento di chimica dell'Università di Pisa in via Moruzzi. Si è verificata poco dopo le 9 di martedì 23, in un laboratorio del secondo piano. Coinvolte tre persone, probabilmente studenti: uno di questi sarebbe rimasto ustionato ad una mano e portato in ospedale in codice giallo (ma non sarebbe grave), gli altri sarebbero stati interessati solo marginalmente dallo scoppio.

Sembra che l’incidente sia stato causato da una forte reazione chimica non controllata che si sarebbe verificata all’interno di una cappa di aspirazione di un laboratorio.

Sul posto sono intervenuti i vigili del fuoco e personale della Protezione Civile. Da capire la dinamica dell'evento. In ogni caso si sarebbero liberate delle sostanze che hanno comportato la necessità di evacuare i locali, secondo quello che prevede il piano di emergenza applicato dagli operatori. La zona è stata transennata dalla polizia municipale, anche per consentire le operazioni di bonifica in sicurezza.

I vigili del fuoco della squadra Nbcr sono intervenuti per rimuovere alcuni contenitori, all'interno dei quali ci sono degli agenti chimici. L'evento ha coinvolto in totale tre laboratori del complesso scolastico. Sul posto anche il rettore Paolo Mancarella. "Questi brutti episodi - spiega Mencarella - dicono che la sicurezza nei nostri spazi non è mai massima. Occorre sempre fare maggiore attenzione". Le lezioni al dipartimento saranno sospese anche mercoledì 24.