In due armati assaltano la banca, poi scappano a mani vuote

La vetrata della banca aperta come una scatoletta di tonno (foto Renzullo/Muzzi)

Pisa: i malviventi, uno dei quali armato di pistola, hanno aperto il vetro blindato come una scatoletta di tonno. Ma non hanno rubato nulla

PISA. In due, incappucciati e con una pistola hanno tentato la rapina alla banca Crédit Agricole di via di Gello, nel quartiere di Porta a Lucca. Paura attorno alle 15.30 di venerdì 19 ottobre, quando due banditi hanno spaccato una vetrata della filiale (forse rotta qualche ora prima e rattoppata, almeno a vista, con del nastro adesivo) e fatto irruzione all'interno.

Secondo una prima ricostruzione le due dipendenti dell'istituto di credito, appena si sono accorte del rumore provocato dalla vetrata aperta come una scatoletta di tonno, sono scappate all'esterno attraverso l'uscita tradizionale Una di loro, la direttrice, si è poi rifugiata in un negozio. Da qui, la proprietaria dell'attività commerciale, ha telefonato alle forze dell'ordine.

Un carabiniere fuori dalla filiale della Crédit Agricole di Porta a Lucca (foto Renzullo/Muzzi)

A questo punto i due banditi, visto che avevano bisogno del personale per poter aprire la cassaforte e scappare con i soldi, sono fuggiti a bordo di un auto in direzione di Gello di San Giuliano. Sul posto, per le indagini, i carabinieri di Pisa. I militari stanno interrogando i testimoni per poter avere un quadro della situazione ancora più dettagliato e rintracciare i fuggitivi. Uno di loro, sempre dalle testimonianze, sarebbe entrato nella banca con una felpa scura con su scritto "Grande Fratello".