Pisa, inferno sul monte Serra: ci sono case distrutte, oltre 700 sfollati. Galilei: stop ai voli - Video

Il monte sopra Vicopisano, in primo piano la Rocca Brunelleschi (foto Silvi)

Disastro in provincia di Pisa: circa in 700 hanno lasciato le abitazioni. Il rogo, quasi sicuramente di origine dolosa, si propaga a causa del forte vento. Alcune persone ricoverate a Cisanello per problemi respiratori. Scuole chiuse. In salvo la Certosa, aeroporto chiuso il 26 settembre dalle 7 fino al tramonto

Incendio devasta il Monte Serra: evacuate numerose famiglie

VIDEO. Il Monte Serra davastato dal fuoco

INFERNO SERRA: LA GIORNATA DI MARTEDI' 25 IN NUMERI

  • Le fiamme hanno devastato 600 ettari di terreno, l'equivalente di circa 850 campi da calcio
  • L'incendio è quasi sicuramente doloso
  • Sono 6 le frazioni evacuate, per oltre 700 persone sfollate
  • Almeno 200 gli immobili lambiti dalle fiamme, 3 le case distrutte

​***

PISA. Inferno sul monte Serra. Un enorme incendio di bosco, quasi sicuramente doloso, è scoppiato nella tarda serata di lunedì 25 minacciando e anche bruciando le case, soprattutto nel territorio comunale di Calci, in provincia di Pisa. Col passare delle ore - a causa del forte vento - è sempre piena emergenza, con il fronte del fuoco che nella notte di martedì 26 si è spostato verso la frazione di Avane. Il ministro per le Politiche agricole Gian Marco Centinaio arrivato a Calci, dove ha incontrato i sindaci dell'area interessata dal rogo nel Centro di coordinamento della Protezione civile, ha fatto presente che chiederà lo stato di emergenza al premier Conte. È stato sospeso il traffico aereo all'aeroporto Galilei anche per mercoledì 26: qui tutti gli aggiornamenti della giornata

Una veduta dall'alto dell'incendio nell'area pisana del reparto operativo aeronavale di Livorno della Guardia di Finanza (sezione aerea di Pisa). Il reparto è comandato dal colonnello Amedeo Antonucci, la sezione aerea è guidata dal maggiore Massimo Anedda. Nella tarda serata le fiamme si sono ulteriormente estese ad altri punti

700 SFOLLATI, 200 GLI IMMOBILI LAMBITI DALLE FIAMME

Le case distrutte sono almeno 3, circa 200 invece gli immobili lambiti dalle fiamme. C'è disperazione tra gli oltre 700 sfollati che in molti casi non sono in grado neppure di sapere cosa sta accadendo nei loro paesi, qual è la sorte che li attende. Se perderanno tutto o se potranno tornare nelle loro case. Sono 6 le frazioni evacuate. I paesi interessati sono: Montemagno, Fontana Dian, San Lorenzo, Nicosia, Noce e Crespignana. Scuole chiuse mercoledì 26 Calci e Vicopisano.

Allo scopo di prevenire ogni forma di sciacallaggio sulle abitazioni evacuate, è stato già disposto che un presidio dell'Esercito Italiano assicuri una mirata vigilanza sui territori comunali di Calci, Cascina e Vicopisano ove insistono le abitazioni". Lo rende noto la prefettura di Pisa, dove è permanentemente riunito il centro di coordinamento dei soccorsi presieduto dal prefetto Angela Pagliuca.

VIDEO. La tecnica usata dai vigili del fuoco

Pisa, incendio sul monte Serra: la tecnica del controfuoco utilizzata per arginare le fiamme

VIDEO. Elicotteri e canadair sopra una casa a Montemagno minacciata dal fuoco.

Incendio sul Monte Serra, le fiamme su una casa a Montemagno. Arriva il Canadair

Anche il ministro dell'Ambiente Sergio Costa ha se seguito con preoccupazione l'evoluzione dell'incendio. Lo rende noto l'ufficio stampa del ministero dell'Ambiente. "Ringrazio vigili del fuoco, la protezione civile e le squadre di volontari che stanno operando a difesa delle abitazioni. È importante che si faccia chiarezza sull'origine dell'incendio che ha distrutto un bosco e messo a repentaglio la vita delle persone".

VIDEO. Le fiamme minacciano le case a Caprona

Inferno sul Monte Serra, Caprona: le fiamme sopra le case. Le grida di aiuto dei cittadini

Inferno sul monte Serra: le fiamme minacciano Caprona

IN TRE IN OSPEDALE

Decine le famiglie evacuate e tantissimi i cittadini che, nel corso della notte, volontariamente hanno lasciato le abitazioni per scendere in strada e in piazza o per raggiungere i centri di soccorso allestiti alla palestra di Calci, alla palestra di Vicopisano e al circolo di Campo, nel comune di San Giuliano. Molti degli sfollati si sono raccolti nella palestra di Calci. Non risultano feriti, ma tre persone sono state trasportate all'ospedale Cisanello per problemi respiratori. Il 118 della Toscana ha intanto potenziato personale e mezzi a Calci: oltre a un medico inviato al centro operativo comunale, inviate un'ambulanza medicalizzata e due con defibrillatore semiautomatico. Inviati anche due pulmini per eventuali evacuazioni di abitanti.

VIDEO. La testimonianze degli sfollati

Inferno monte Serra, tra i 700 sfollati le immagini di bambini e anziani

Inferno sul Monte Serra, l'angoscia degli sfollati: "Preghiamo per le nostre case"

Incendio sul monte Serra, la testimonianza: "Un vero inferno, abbiamo avuto paura"

Incendio sul monte Serra, due evacuati: "Eravamo circondati dal fuoco"

Incendio nel Pisano, più di cinquecento sfollati: hanno passato la notte in palestra

Le fiamme, che si sono propagate velocemente a causa delle forti raffiche di vento, nel cuore della notte tra lunedì 24 e martedì 25 settembre hanno raggiunto anche la famosa Certosa di Calci, che tuttavia è stata tempestivamente protetta dall'azione dei vigili del fuoco.

Al lavoro ci sono 81 vigili del fuoco, e, inviate dalla Protezione civile regionale, stanno operando 180 squadre antincendio, 50 uomini del volontariato e operai forestali, coordinate dal Comune di Vicopisano. Due Canadair sono già operativi, mentre 4 elicotteri antincendio della Regione non possono decollare al momento a causa del troppo vento. Dall'aeroporto di Napoli Capodichino è atteso un elicottero S64 in dotazione alla Forestale. Il vento soffia ancora fortissimo, in media a circa 30 chilometri orari, con raffiche che superano i 40 all'ora.

VIDEO. L'inferno vicino alla case di Montemagno

Incendio sul monte Serra: l'inferno vicino alle case di Montemagno

IL SINDACO DI CALCI: "ATTO DOLOSO"

"Non credo a una fatalità quando un incendio scoppia all'improvviso, in una serata particolarmente fresca e senza che ci siano stati dei fulmini. Credo invece assolutamente probabile che si sia trattato di un atto doloso". Lo dice il sindaco di Calci, Massimiliano Ghimenti. "Poi il forte vento ha fatto il resto, alimentando le fiamme e facendo progredire repentinamente il fronte di fuoco in tutta la vallata".

VIDEO. La posizione della protezione civile

Incendio sul Monte Serra, protezione civile: "Opera di un criminale"

"Aspettiamo le valutazioni definitive dei vigili del fuoco e degli inquirenti - dice subito dopo il governatore toscano Enrico Rossi - certo che gli incendi non dolosi in situazioni come queste sono rarità assolute e nessuno meglio del sindaco puà darci una prima sensazione per un rogo sviluppatosi pi o meno nello stesso punto di quello in cui era gi scoppiato un incendio la settimana scorsa". 

VIDEO. Le fiamme alle prime ore dell'alba

Inferno sul monte Serra: le fiamme alle prime ore dell'alba

SQUADRE DI POMPIERI RISCHIANO LA VITA

"Stiamo fronteggiando un incendio di bosco molto grosso e potente e abbiamo rischiato di perdere due squadre nello spegnimento". È quanto scritto nella notte dal comandante dei vigili del fuoco di Pisa, Ugo D'Anna. "Ora - aggiungeva nel momento della massima emergenza - la cosa più importante è salvare il paese di Calci e abbiamo già  allertato i Canadair per quando farà giorno. L'origine del rogo? Quasi certamente dolosa". 

I VOLONTARI DELL'ANTINCENDIO BOSCHIVO

"La priorità la scorsa notte era quella di mettere in salvo le persone e convincerle a lasciare le case". Giuliano Casalini è uno dei direttori delle operazioni dei volontari dell'antincendio boschivo di Vicopisano e da molte ore si batte contro il fuoco che sta divorando il monte Serra. Appartiene alla squadra "Vicopisano 2".
Ad Uliveto, centro termale ai piedi del monte e sede dell'omonima industria di acque minerali, Casalini si riposa qualche minuto a bordo strada ma non distoglie mai lo sguardo dal crinale soprastante dove si odono piccole esplosioni determinate, spiega, "dalle fiamme che fanno scoppiare le pigne della pineta e che fanno da accelerante per il fuoco". Scuote la testa: "Sicuramente è un atto doloso, un attentato a tutto il monte pisano".

VIDEO. Parla un soccorritore

Incendio sul Monte Serra, il soccorritore: "Fiamme alte anche 30 metri. Situazione critica"

VIDEO. Le fiamme a Vicopisano

Incendio sul monte Serra: l'emergenza a Vicopisano

IL CODACONS: "TAGLIA DA 2000 EURO SUL PIROMANE"

Una taglia da 2.000 euro sui responsabili del devastante incendio scoppiato nella notte sul Monte Serra. Ad istituirla il Codacons, in favore di chi sapr fornire indicazioni utili alla cattura del piromane che ha messo a repentaglio l'incolumità dei cittadini e distrutto centinaia di ettari di bosco nel Pisano.  "Dai primi accertamenti dei Vigili del fuoco l'origine dell'incendio sarebbe quasi certamente dolosa", spiega il presidente Carlo Rienzi ricordando le migliaia di ettari andati in fumo in Italia negli ultimi anni "a causa di piromani e soggetti senza scrupoli che per speculazioni edilizie e interessi economici hanno prodotti roghi distruggendo l'ecosistema e mettendo in pericolo la vita dei cittadini". Per questo il Codacons chiede a Governo e Parlamento di "inasprire le pene contro i responsabili di reati ambientali e perché i piromani scontino il carcere senza benefici". Intanto, "abbiamo istituito la taglia da 2000 euro" e invitiamo "tutti i cittadini a fornire elementi utili", conclude Rienzi.

VIDEO. La Certosa minacciata dalle fiamme. Il racconto in diretta

Inferno sul monte Serra: la Certosa minacciata dal fuoco. Così il racconto in diretta

FOTO. La Certosa minacciata dal fuoco

La Certosa e il Serra in fiamme (foto Lodovica Bonelli)

(servizi  a cura di Stefano Taglione, Sabrina Chiellini, Mario Neri, Mario Moscadelli, Alessandro Bientinesi e Ilenia Reali)