Tangenziale nord-est, la progettazione definitiva è pronta

Riguarda i tratti Madonna dell’Acqua-I Passi e dalla rotatoria di Ghezzano a Cisanello: in totale sette chilometri di strada 

PISA. Dei giorni scorsi l’annuncio ufficiale del Cipe, comitato interministeriale, sui 13 milioni stanziati per la costruzione della tangenziale nord-est. Il cui progetto definitivo è ormai alle battute finali. Nei locali ad Ospedaletto di Crealink, uno degli studi che si è aggiudicato l’appalto, il nuovo tracciato è ben visibile sulla carta. E nell’immagine di questa pagina per la prima volta diventa pubblico. In effetti, rispetto a quanto visto finora, il tracciato della tangenziale è stato in alcuni aspetti modificato. Ottenendo di recente il nuovo via libera dei Comuni di Pisa e San Giuliano, nei cui territori la strada sarà realizzata. Con questa revisione la lunghezza complessiva risulta ridotta di qualche chilometro rispetto alle previsioni precedenti: dalla partenza a Madonna dell’Acqua fino a Cisanello, senza considerare le rotatorie, dunque procedendo linearmente, si arriva a dodici km.

Una volta pronta la progettazione definitiva («pensiamo entro febbraio», sottolinea l’ingegner Giovandomenico Caridi di Crealink) potrà essere indetta la conferenza dei servizi per arrivare poi alla progettazione esecutiva, il passaggio conclusivo. È inoltre in fase di aggiornamento la stima dei costi complessivi dell’opera, finora intorno ai 70 milioni di euro.

La progettazione in corso riguarda i nodi 1-3; 3-5; 10-12 (compresa la viabilità di collegamento) della viabilità di raccordo nord tra il nuovo polo ospedaliero, la strada statale 12 del Brennero, la strada statale 1 Aurelia e la strada provinciale 2 Vicarese. I costi di costruzione relativamente a questi tratti per i quali la Provincia di Pisa ha chiesto la redazione del progetto definitivo ammonterebbero a circa 18,4 milioni di euro. I tratti in fase di progettazione sono, il primo, quello compreso tra il nodo numero 1 ubicato a nord del centro abitato di Madonna dell’Acqua di disinnesto dalla strada statale Aurelia fino al nodo 3 di intersezione con via Pietrasantina (all’altezza del supermercato Conad). Il secondo tratto è quello compreso tra questo punto e il nodo 5 di intersezione con la strada comunale di Gello ai Passi. Terzo tratto quello compreso tra il nodo numero 10 di intersezione con la strada provinciale Vicarese (più o meno all’altezza della rotatoria di Ghezzano) fino al nodo 12 della rotatoria con la strada del Cnr.

Nel primo tratto la tangenziale avrà una funzione di variante all’Aurelia nella frazione di Madonna dell’Acqua, liberando la zona dal traffico di attraversamento e ricollegandosi poi alla statale a sud del fiume Morto e della ferrovia Pisa-Genova. Il tracciato prosegue poi in direzione trasversale ovest-est, parallelamente al fiume Morto fino, intersecando la strada statale del Brennero e l’acquedotto Mediceo, fino a giungere alla rotatoria di Ghezzano e da questa riparte con un ultimo tratto in direzione nord-sud, parallelamente al corso dell’Arno, in sostituzione dell’attuale via di Cisanello, fino alla rotatoria della via provinciale di San Cataldo. I tratti in progettazione sono lunghi complessivamente 7 km. Dal nodo 1 al nodo 5 sono previste sei rotatorie, due invece quelle da realizzare tra i nodi 10 e 12.

«Per Pisa significa alleggerire via di Pratale e le vie del Brennero e via Contessa Matilde, che costeggiano le mura medievali, e che oggi fungono impropriamente da tangenziali», ha spiegato il sindaco Marco Filippeschi, aggiungendo: «Ma soprattutto, quando l’opera sarà completata, avremo un accesso da nord al nuovo ospedale di Cisanello adeguato ai volumi di traffico che porterà il completo trasferimento delle attività dal vecchio Santa Chiara. Non per caso la tangenziale è prevista anche dall'accordo di programma per la realizzazione del nuovo ospedale». La progettazione preliminare dell’intera opera ha avuto inizio undici anni fa dopo la stesura dell’accordo di programma tra Regione, Provincia e Comuni di Pisa e San Giuliano Terme.

©RIPRODUZIONE RISERVATA