«La ruota panoramica? Meglio alla Cittadella»

Confcommercio: il parcheggio di via Pietrasantina è una zona desolata Noi Adesso Pisa: non è il posto adatto per valorizzare un’attrazione

PISA. «Ruota panoramica e museo del Gioco del Ponte: scelte a vanvera e senza vantaggi per il turismo». La critica arriva da Federica Grassini, presidente di ConfcommercioPisa. «Dopo la brutta notizia dei venti milioni donati dalla Fondazione Pisa per il restauro di alcuni tra i monumenti più belli e gettati al vento dalla nostra amministrazione per inefficienze ingiustificabili - dice -, dopo l’altra brutta notizia del nostro milione e 400mila euro speso dall’amministrazione Filippeschi per l’installazione di totem multimediali che sono stati del tutto ignorati dai nostri ospiti stranieri, abbiamo finalmente appreso altre due bellissime iniziative che l’amministrazione sta portando avanti». A Parigi, scrive Grassini, «la Grande Roue di 65 metri di altezza si trova in uno dei punti più suggestivi della città: in Place de La Concorde, tra i magnifici giardini delle Tuileries antistanti il Louvre ed i famosissimi Champs-Elysées. A Londra la London Eye, ruota panoramica ultra moderna di 135 metri di altezza, è stata costruita sulle rive del Tamigi, di fronte al Big Ben, al Palazzo e all’Abbazia di Westminster. Noi pisani dove andiamo a posizionare la nostra ruota? Al parcheggio scambiatore di via Pietrasantina, una delle zone più squallide e desolate della città. La proposta è talmente ridicola che si commenta da sola. Immaginate le foto ricordo della nostra Pisa che si porterebbero a casa milioni di turisti stranieri, non solo costretti ad attraversare il degrado per raggiungere la Torre, ma ora anche invitati a fotografarlo dall’alto. Ma a nessuno è venuto in mente che forse la ruota panoramica la si potrebbe collocare sul lungarno, nelle zone verdi in prossimità degli Arsenali Repubblicani, spesso al centro di episodi di spaccio?».

Detto che a ridosso dei lungarni già altri progetti simili erano stati respinti (vincolante è il parere della Sovrintendenza), sul museo del Gioco del Ponte, Grassini aggiunge: «Che dire poi della proposta di un museo dedicato al Gioco del Ponte collocandolo a Pontasserchio?». La conclusione: «A Confcommercio il cammino che porta al miglioramento sembra semplice, senza necessità di consulenze bocconiane, basta che la politica attui scelte ponderate».

Sull’idea di posizionare la ruota panoramica nel parcheggio scambiatore interviene anche Maurizio Nerini, capogruppo di Noi Adesso Pisa in consiglio comunale: «Pensavo fosse e rimanesse solo un’idea quando ci venne prospettata in commissione. Infatti le ruote panoramiche sono un’attrazione per far vedere tutto quello che c’è intorno e il parcheggio scambiatore è contornato da cimiteri. La Torre si trova a 700 metri, se ne vedrà solo la cima. Forse in altre parti della città, mi viene in mente il parco della Cittadella, la ruota sarebbe più apprezzabile. La zona era stata preparata per accogliere le bancarelle del Duomo sfrattate, ci sono stati spesi diversi soldi e evidentemente qualcuno ha paura che sia chiesto conto di queste spese e ci si è inventati questo utilizzo dell’area. La ruota panoramica, che potrebbe essere un’attrazione, è invece un tappo ad una delle innumerevoli falle dell’amministrazione a guida Pd».

©RIPRODUZIONE RISERVATA