“Dormi amor”, musicista compone ninna nanna per la bimba morta

Gaspare Bartelloni è l’autore della melodia dedicata alla piccola che rimase soffocata a scuola dopo aver ingerito un pezzetto di spugna. Promossa anche una raccolta fondi per “Eppur si muove”

PISA. Dorme. E, stretta nel calore di un abbraccio materno, sogna. Di giocare, di raccogliere fiori e di continuare a sorridere. Quello stesso sorriso che si è spento in una uggiosa giornata di inizio dicembre, ma che continuerà a regalare una gioia a decine di bambini. Attraverso il suo ricordo e una ninna nanna composta in sua memoria che ha trasformato il dolore in melodia.

La stessa intonata per accompagnare la bambina disabile di 6 anni, che lo scorso 2 dicembre, poco prima di mezzogiorno, morì soffocata per un pezzetto di spugna ingerito mentre era in classe alla scuola Agazzi a I Passi, nel suo viaggio verso il cielo. Guidato da decine di palloncini colorati e da quel dolore di un'intera comunità, che è riuscita a trasformare le lacrime in un senso di unione e di forza collettiva. E in un ideale abbraccio, la famiglia, gli amici e le istituzioni si stringeranno ancora una volta giovedì prossimo. Quando gli studenti della seconda A della scuola primaria Nicola Pisano - la stessa "guidata" fino allo scorso anno dalla nonna della piccola scomparsa circa due settimane fa - si faranno protagonisti di un ricordo concretizzato in una ninna nanna, “Dormi amor”, composta da Gaspare Bartelloni, 52enne musicista polistrumentista, compositore (una decina di dischi all'attivo) e maestro di scuola (insegna musica all'istituto Santa Caterina e, attraverso la scuola di musica Giuseppe Bonamici, in passato ha collaborato con progetti esterni con la scuola Nicola Pisano).

Un inno alla vita che gli studenti dell'istituto di piazza San Francesco intoneranno, su una base musicale, nei locali della scuola Niccolò Pisano di Marina di Pisa, dove insegna Domenico, il padre della bambina morta prematuramente.

«In passato, ho lavorato insieme alla nonna della piccola scomparsa - spiega Bartelloni -. Questo, ma anche su impulso delle colleghe e dei bambini della scuola Nicola Pisano, mi ha spinto, tra le lacrime, a comporre un omaggio alla bambina».

Attraverso le note e le parole, dettate dalle lacrime e dal pensiero di una tragica fine che ha strappato ad un'intera comunità quel sorriso che, nonostante una grave disabilità, ha animato quella voglia di vivere che ha contraddistinto la breve esistenza della bambina deceduta a scuola. «“Dormi amor” parla di una bambina che dorme, abbracciata alla madre, e che inizia a sognare di giocare, di andare in giro e di raccogliere fiori», prosegue l'autore della melodia. Che trasformerà la classica recita natalizia in un momento di raccoglimento, in cui le lacrime verranno sostituite dai sorrisi e dal senso contagioso di serenità dei più piccoli. Contribuendo, con la loro voce, a rendere meno difficoltoso il cammino di decine di bambini.

Durante la mattinata, che sarà animata anche dai canti natalizi e da altre iniziative organizzate dall'istituto scolastico di Marina di Pisa e dedicate alla bambina morta in un'aula della scuola Agazzi, sarà attivata anche una raccolta fondi a favore dell'associazione “Eppur si muove”, nata dalla volontà di un gruppo di genitori (con la collaborazione dell'Asd Pallavolo Ospedalieri), di promuovere attività sportive, ludiche e ricreative per favorire l'integrazione fra bambini e adolescenti disabili. La stessa, che la piccola deceduta ad inizio dicembre ha animato per mesi. E che, attraverso il suo ricordo, continuerà a fare.

©RIPRODUZIONE RISERVATA