Esplosioni a Tirrenia, ustionati tre vigili del fuoco. Il rogo del camper scatenato da un corto circuito

Tirrenia, i danni dell'incendio (foto Muzzi)

Nella notte a Tirrenia scoppiano alcune bombole del gas e i serbatoi di un camion e di un paio di auto. È subito psicosi per gli attentati

TIRRENIA. Tre vigili del fuoco feriti nell'incendio del camper nella notte tra giovedì 18 e venerdì 19 a Tirrenia che ha provocato l'esplosione di alcune bombole di gas, dei serbatoi di un camion e di almeno tre automobili. Uno dei vigili del fuoco è stato già dimesso, gli altri due sono ancora ricoverati. Tra loro c'è anche il caposquadra. Secondo quanto riferito da fonti sanitarie, le loro condizioni non destano preoccupazioni.

Tutto è avvenuto poco dopo mezzanotte quando un incendio è divampato all’interno di un camper parcheggiato in via degli Ontani e ha innescato l’esplosione di alcune bombole di gas che si trovavano all’interno. Il forte boato ha richiamato alla mente delle persone che a quell’ora affollavano il vicino luna park di piazza del Fiore la paura degli attentati: si è scatenato un fuggi fuggi tra le strade del centro balneare.

Le esplosioni delle bombole hanno fatto deflagrare anche i serbatoi di un camion e di tre automobili parcheggiate nelle vicinanze che sono andate completamente distrutte. Sulle origini delle fiamme, dai rilievi è emerso che si è trattato di un corto circuito. Secondo i primi accertamenti fatti dai pompieri e dai carabinieri dopo che l'incendio è stato estinto, si può escludere l'origine dolosa perché le fiamme a bordo del camper si sarebbero sviluppate per un corto circuito per poi propagarsi all'interno del veicolo e ad altre tre auto in sosta che sono rimaste seriamente danneggiate.

Tirrenia, le fiamme dopo le esplosioni

Al momento delle esplosioni il camper era disabitato. Sul posto sono arrivati quasi subito squadre dei vigili del fuoco di Pisa che hanno provveduto a spegnere le fiamme. La paura per le forti esplosioni, che si sono sentite nel raggio di diverse centinaia di metri, ha portato gli avventori di un bar vicino e di un paio di alberghi della zona a uscire dagli edifici e riversarsi per le strade. Le fiamme si sono levate in alto per una decina di metri.