Maurizio Mian nuovo presidente del Pisa, ma è addio definitivo a Gattuso

Maurizio Mian

Nel Cda entra il figlio di Petroni come vicepresidente, Taverniti consigliere delegato, Lucchesi confermato dg

PISA. Clamorosi sviluppi nella crisi del Pisa calcio. L'ex patron Maurizio Mian è stato designato presidente del Pisa calcio. Mian in questo momento supporta l'avvocato Vincenzo Taverniti. Dopo una trattativa lampo, il presidente Fabio Petroni ha sciolto le riserve. I dettagli per l'eventuale passaggio di quote societarie saranno messi a punto nei prossimi giorni ma un accordo di massima è stato trovato. 

Questo il comunicato ufficiale della società. "L’Ac Pisa 1909 comunica che il dottor Maurizio Mian ha accettato di presiedere il nuovo Cda della società che vedrà come vice presidente Lorenzo Giorgio Petroni (figlio del presidente uscente Fabio Petroni) e come consiglieri il dottor Giuseppe Tambone (confermato) e l’avvocato Vincenzo Taverniti, il quale sarà consigliere delegato. Primo compito del Cda sarà quello di individuare di concerto con il dg Fabrizio Lucchesi, al quale è stata confermata piena fiducia, il tecnico più qualificato per sostituire Gennaro Gattuso alla guida della prima squadra".

La proprietà potrebbe quindi rimanere a Britaly Post, come farebbe pensare il comunicato, o essere assorbita prossimamente da Mian che diventerebbe effettivamente il proprietario della squadra. "Mian ha verificato le condizioni affinché Britaly Post continuasse questo percorso, conoscendo alcuni scenari. A quel punto ha chiesto di aiutarmi in qualsiasi veste ma io gli ho proposto la carica di presidente che lui ha accettato - ha dichiarato Taverniti a 50 Canale - Tanta gente in questi giorni non mi ha aiutato, lui sì e la sua presenza mi fa essere più forte. Non cambierà la proprietà, al 100% della Britaly. Adesso dobbiamo cercare alla normalità, non può succedere ogni giorno qualcosa". E l’ingresso in società di Mian ci sarà o no? "Al momento no, se un domani Petroni cambierà idea non posso saperlo".

Una doccia gelata su Gattuso: "Abbiamo accettato le dimissioni. Sarebbe tornato in caso di cambio di proprietà, questo non è avvenuto". Mian invece al Tirreno e a tuttomercatoweb aveva dichiarato: "Cercherò di far rientrare Gattuso in panchina. E mettere pace a questa situazione che si è creata”.


La conferma via Twitter dall'account del Pisa Calcio



Un fatto che segna la svolta dopo che l'allenatore Rino Gattuso ha sbattuto la porta in segno di dissenso con la società. Ora un suo ritorno sulla panchina nerazzurra appare possibile. Nelle ore della crisi, quando migliaia di tifosi protestavano allo stadio, l’ex patron nerazzurro Maurizio Mian, imprenditore del settore farmaceutico ancora nel cuore della maggior parte dei tifosi, si era detto disposto ad acquistare la società con la collaborazione dell’ex presidente del Pisa Leonardo Covarelli.

 

La piazza, dopo le dimissioni del mister Gennaro Gattuso, si era rivoltata contro il presidente Petroni e lo stesso sindaco Marco Filippeschi ha premuto per questo tipo di soluzione nei confronti dell’avvocato Vincenzo Taverniti. A causa proprio della durissima presa di posizione dei tifosi (“All’Arena o si gioca con Gattuso in panchina o non gioca nessuno”), era a rischio l’amichevole internazionale di mercoledì 3 agosto con il Celta Vigo, che rischiava di essere annullata per motivi di ordine pubblico.