Un parco cittadino per tutti la raccolta fondi inizia allo stadio

PISA. Domenica allo stadio ci sarà una partita di calcio importante, Pisa-Spal, ma non solo. I gruppi organizzati della Curva Nord “Maurizio Alberti” organizzeranno infatti la raccolta fondi,...

PISA. Domenica allo stadio ci sarà una partita di calcio importante, Pisa-Spal, ma non solo.

I gruppi organizzati della Curva Nord “Maurizio Alberti” organizzeranno infatti la raccolta fondi, annunciata nei mesi corsi, finalizzata alla realizzazione del primo parco cittadino “accessibile a tutti”. «Tutti per noi è sinonimo di inclusione, di uguaglianza - spiegano - di eguali diritti tra persone che siano abili o diversamente abili; pensiamo ad un luogo dove i bambini, e non solo, possano socializzare senza distinzioni, dove il gioco e la relazioni sociali aiutino le persone nell'inserimento all'interno della collettività. Un parco inclusivo, dove qualsiasi gioco, qualsiasi struttura che installeremo potrà essere utilizzato da qualsiasi persona con qualsiasi problematica».

Prima di ufficializzare il luogo della collocazione, i gruppi dovranno fare nuovamente il giro delle associazioni «presenti e operanti sul territorio cittadino, realtà che quotidianamente incontrano le situazioni di disagio e aiutano famiglie e persone», già quasi tutte contattate, per avere il loro benestare dato che saranno loro a viverlo in primis.

«Naturalmente - spiegano - ci siamo rivolti anche agli uffici di competenza, con i quali siamo tuttora in stretto contatto; ci hanno aperto la porta fin da subito e con grande disponibilità».

I costi? Non facilmente calcolabili. «Di sicuro con una somma che si aggira tra i 30.000 e i 40.000 euro saremo in grado di allestire un piccolo "fazzoletto di verde"».

Ovviamente la colletta è solo il primo passo, seguiranno altre forme di finanziamento: sarà aperto anche un conto corrente. Ma domenica «per noi ha un valore simbolico perché è dallo stadio Romeo Anconetani che sono partiti tutti i progetti realizzati in passato», non ultimo il contributo concreto a favore dei senza tetto del dormitorio di via Conte Fazio al quale, con l'ultima colletta effettuata in Curva Nord, sono riusciti ad acquistare oltre 600 capi di biancheria intima uomo/donna ed inoltre sono riusciti a coprire le spese per il trasporto di una roulotte, donata dal campeggio internazionale di Marina di Pisa, e assegnata ad un signore senza fissa dimora.

Infine, un ultimo sogno, la possibilità di apporre un cartello con su scritto “Il parco di Mau… il parco di tutti” e di dedicarlo a Maurizio Alberti, in nome del quale sono stati portati avanti svariati progetti in questi anni, con il sostegno della sua Curva Nord e della città.

Antonio Scuglia

©RIPRODUZIONE RISERVATA