Meningite, lo studente lascia la rianimazione

E' stato trasferito nel reparto di Malattie infettive il ragazzo di 23 anni ricoverato a Cisanello. Dopo essere uscito dal coma, migliorano ancora le sue condizioni. Esplode la psicosi per il vaccino: mille chiamate in mezza giornata

PISA. Proseguono i segnali positivi e migliorano ancora le condizioni dello studente universitario ricoverato nella notte fra sabato 5 e domenica 6 settembre per meningite di  tipo C. Il ragazzo, un giovane di 23 anni originario di Olbia iscritto al corso di laurea in Matematica all'università di Pisa, è stato trasferito in reparto. Adesso si trova nell'area di degenza di Malattie infettive. Dopo essere uscito da coma, dunque, un altro segnale positivo.

Lo studente migliora. Sembra rispondere alle prime terapie e, dopo la notte appena passata, sono ulteriormente migliorate le sue condizioni neurologiche, tanto da aver convinto i medici a fargli lasciare il nel reparto di rianimazione del pronto soccorso del policlinico pisano. Il giovane è sveglio, lucido, collaborante e il quadro settico, a seguito delle terapie tempestivamente somministrate, risulta in regressione.

Originario della Sardegna, era tornato in città da a metà agosto e aveva già ripreso le attività universitarie. Nel periodo di incubazione della malattia, ha frequentato mense, un cinema, un ristorante, un pub a Pontedera. A portarlo in ospedale sono stati alcuni amici subito sottoposti a profilassi: il ragazzo quando è stato accompagnato al pronto soccorso era già privo di sensi. Ora invece si è risvegliato e sta meglio.

Psicosi vaccini. Intanto esplode la psicosi per la vaccinazione. In mezza giornata oggi, martedì 8 settembre, sono stete mille le chiamate dirette al numero verde aperto per il piano straordinario dell'Asl, dove ci si può rivolgere dalle 8.30 alle 13 e dalle 13.30 alle 17 dal lunedì al venerdì (tel. 800177744). La mole di telefonate ha intasato i centralini. Possono accedere al vaccino gratuitamente, oltre a tutti i nuovi nati, coperti fino a 10 anni, anche

Profilassi. Proseguono le attività del’igiene e sanità pubblica della Asl 5, che fin da subito ha messo in atto tutte le misure sanitarie idonee per effettuare una corretta profilassi a tutti coloro che hanno avuto contatti con il ragazzo. "Si sa con certezza  - spiega la nota dell'Asl - che il giovane studente era presente al cinema Odeon di Pisa il 4 settembre, allo spettacolo delle 21.45, alla proiezione del film “I Minions”, che ha frequentato anche le diverse sedi della mensa universitaria (via Betti il 29 agosto e quella centrale dall’1 al 4 settembre), il ristorante “Le Scuderie” di Pisa il 28 agosto e il pub “Bulldog's” di Pontedera il 30 agosto". La direzione del ristorante le Scuderie fa sapere che il personale al completo si è già sottoposto alla profilassi.

Per effettuare la profilassi anche sono aperti, dalle 8 alle 16, gli ambulatori della Asl 5 in Galleria Gerace a Pisa, dipartimento di prevenzione (di fronte all’Agenzia delle Entrate).