Paolo Miccoli ai vertici dell'Agenzia di valutazione delle università

Professore dell'ateneo pisano, il luminare di chirurgia è stato scelto dal ministro Giannini fra i membri del consiglio direttivo dell'Anvur. Darà le "pagelle" alla ricerca italiana

Non è una ruolo da poco, perché chi siede nel board dell'Anvur ha in mano un potere enorme nel mondo accademico italiano. Per questo la proposta di nomina del professor Paolo Miccoli ai vertici dell'Agenzia di valutazione dell'università e della ricerca ha un peso enorme anche per l'immagine dell'ateneo di Pisa.

Il luminare di chirurgia generale, docente dell'università di Pisa, è stato scelto dal ministro Stefania Giannini, insieme ad altri quattro colleghi, per la formazione del nuovo consiglio direttivo di un organo cruciale per attribuire i finanziamenti alle università e ai centri di ricerca. L'Anvur di fatto ogni anno dà le pagelle agli atenei italiani, e oltre che per l'attribuzione delle risorse statali, le sue valutazioni e i suoi dossier sono un biglietto da visita importantissimo a livello internazionale.   

L'investitura è stata data dal Consiglio dei ministri, per renderla definitiva serve l'approvazione in aula, ma in questi casi è quasi una formalità. I nominativi, precisa il governo, sono stati "individuati nell'ambito di una rosa di nomi predisposta da un apposito Comitato di selezione in seguito ad un avviso pubblico". Insieme a quello di Miccoli, i nomi dei nuovi membri del consiglio direttivo dovrebbero essere quelli di Daniele Checchi, docente di Economia Politica presso l'Universit degli Studi di Milano; Raffaella Rumiati, docente di Neuroscienze Cognitive presso la Sissa di Trieste; Susanna Terracini, docente di Analisi Matematica presso l'Universit di Torino.

"Esprimo le mie più vive congratulazioni e formulo gli auguri di buon lavoro al professor Paolo Miccoli per la nomina nel Consiglio Direttivo dell'Anvur - dice il rettore dell'Università di Pisa, Massimo Augello - che premia uno studioso di straordinario prestigio, stimato a livello nazionale e internazionale. Dopo l'esperienza del professor Andrea Bonaccorsi nel precedente Consiglio Direttivo, la nomina di Miccoli conferma l'elevata considerazione di cui gode il nostro ateneo nel panorama scientifico italiano e la sua capacità di esprimere personalità di riconosciuta eccellenza".