Famiglia in canoa dalla Danimarca verso la Turchia

La famiglia danese che ha fatto tappa a Marina nel viaggio in canoa dalla Danimarca alla Turchia

Coppia con due figli piccoli accolta e "rifocillata" dal cantiere Marine One a Boccadarno

MARINA DI PISA. Non capita tutti i giorni di vedere arrivare due canoe in pieno inverno con a bordo quattro persone tra le quali due bambini, uno di otto e uno di sei anni. È questa l’esperienza che hanno vissuto Francesco Graziani, Andrea Poli e Mauro Renzetti del cantiere Marine One a Boccadarno. Non credevano ai loro occhi e quando sono sbarcati il racconto era ancora più incredibile: arrivavano dalla Danimarca ed erano diretti a Istanbul avendo trascorso l’ultima notte sulla spiaggia tra Viareggio e Marina di Pisa. Belli, biondi, classici del nord Europa, rimasti senza lavoro Suzi e Lars Simonsen hanno deciso di lanciarsi in questa avventura. Sono partiti il 3 maggio 2014 da Copenhagen e contano di arrivare a giugno in Turchia e poi magari scrivere un libro per raccontare il loro viaggio lungo quasi 3500 km. 25 al giorno su due attrezzatissime canoe a trimarano, una rossa e una gialla, spinte dalle braccia, ma anche da due pedali e dal vento (ogni canoa ha una vela), sono scesi verso la Germania,  hanno costeggiato Olanda e Belgio e attraversato, grazie alla ricca rete di canali, la Francia fino ad entrare nel Mediterraneo a Marsiglia e hanno fatto tappa anche a Marina di Pisa.

"Il cantiere Marine One ha dato loro accoglienza - spiegano Graziani, Poli e Renzetti - supportando le loro necessità tecniche logistiche e, perché no, anche una pizza tutti insieme prima di ripartire per una nuova tappa, condimeteo permettendo. E perché non prendere in considerazione il loro slogan: la vita è bella, seguiteci!".

Si può seguire l’avventura della famiglia Simonsen: papà Lars, la mamma Suzi e i piccoli Tiuri e Liva di sei e otto anni, su  http://lifeisgoodfollowus.com/