Treno in fiamme a Migliarino Pisano, evacuati 120 passeggeri

Pisa, l'incendio si è sviluppato nell'ultimo vagone dell'Intercity 522 Napoli - Sestri Levante. Tutti salvi i 120 passeggeri a bordo che nella notte sono stati fatti ripartire con degli autobus

Le fiamme nel buio della notte, la paura, il fumo. Il terrore di restare prigionieri dentro quel vagone, la penultima carrozza, che stava prendendo fuoco. Un vero e proprio incubo, ieri notte, per almeno quaranta passeggeri del treno Intercity 522 partito da Napoli e diretto a Sestri Levante, sul quale viaggiavano circa 120 persone. Poco dopo la partenza da Pisa centrale, qualcuno a bordo ha avvertito un forte odore di bruciato, poi le fiamme. (GUARDA LE FOTO)

treo

Nessuno ha capito cosa abbia provocato la combustione, forse un cortocircuito, ma i passeggeri hanno iniziato a gridare, a chiedere aiuto, andando forse con la mente a quell’incidente, ben più grave, del 29 giugno di 5 anni fa a Viareggio. Per fortuna, stavolta le cose sono andate in tutt’altro modo: una pattuglia della questura di Pisa che transitava lungo l’Aurelia si è accorta di quanto stava accadendo e ha avvisato telefonicamente il macchinista che, con molto sangue freddo, senza farsi prendere dal panico, è riuscito a portare il treno nei pressi della piccola stazione di Migliarino Pisano. Intanto sono state fatte partire tre ambulanze da Pisa, di cui una con medici a bordo per controllare le condizioni dei passeggeri.

777

Al piccolo scalo sono confluite anche le auto di polizia, carabinieri e vigili del fuoco che hanno tenuto sotto controllo la situazione, anche se nel giro di pochi minuti le fiamme hanno quasi del tutto esaurito la loro spinta propulsiva lasciando soltanto uno sgradevole odore e una cappa di fumo maleodorante. Dai primi accertamenti da parte dei medici e del personale delle ambulanze, non ci sarebbero feriti, soltanto qualche intossicato. Uno dei passeggeri è rimasto ferito perché, preso dal panico, ha tentato di rompere uno dei finestrini con un pugno. Tutti i passeggeri del treno Napoli-Sestri, comunque, sono stati accompagnati e quindi riuniti in un piazzale adiacente al casello autostradale di Pisa Nord, con un servizio di pullmini pronti a condurli, qualche ora dopo verso le loro destinazioni.

AUDIO / DAL NOSTRO INVIATO CLAUDIO VECOLI

Cinque autobotti dei pompieri hanno lavorato ininterrottamente da mezzanotte in poi per spegnere ogni focolaio a bordo e mettere in sicurezza il convoglio, ben visibile dall’Aurelia, dove diverse decine di curiosi si sono fermati obbligando alla fine la Polstrada a chiudere il transito sulla strada in entrambe le direzioni di marcia. Il treno, partito nel pomeriggio dalla stazione centrale di Napoli, dopo essere transitato per le stazioni di Grosseto, Livorno e Pisa, era ripartito verso nord dove avrebbe dovuto raggiungere gli scali di Viareggio, Massa, Carrara e Spezia. Un convoglio abbastanza frequentato specialmente in estate, che improvvisamente si è trasformato in una trappola di fuoco. I tecnici sono al lavoro per accertare le cause, la scorsa notte i vigili del fuoco hanno perlustrato a fondo tutte le carrozze in cerca di indizi utili per capire la dinamica dell’incendio. Per arrivare alla verità probabilmente ci vorrà del tempo, dopo l’analisi approfondita di tutti i componenti tecnici dell’Intercity: la situazione comunque è stata risolta brillantemente, e in tempi rapidi, grazie al lavoro di polizia, carabinieri e vigili del fuoco. La notte è stata lunga e angosciante per queste persone, attaccate ai cellulari per tentare di rassicurare i propri familiari, stremati dal vento freddo e affamati. Qualcuno, man mano che passavano i minuti, ha iniziato anche a lamentarsi per la mancanza di acqua e di qualcosa da mangiare. Alle 1,30 due pullman hanno portato tutti alla stazione di Viareggio.


L'ALLARME SU TWITTER

VIDEO / LA TESTIMONIANZA DEI DUE AGENTI CHE SONO INTERVENUTI PER PRIMI

VIDEO 2 / I VIGILI DEL FUOCO ROMPONO I VETRI

VIDEO 3 / LE FIAMME VISTE DALL'AURELIA

VIDEO 4 / LA TESTIMONIANZA DEL SINDACO DI VECCHIANO

VIDEO 5 / IL RACCONTO DI UNA PASSEGGERA

VIDEO 6 / IL COMANDANTE DEI VIGILI DEL FUOCO DI PISA