Aggrediti per strada ad Arena Metato, con bastonate e coltelli

Un uomo di 43 anni è finito in ospedale con una prognosi di 25 giorni. L'altro colpito di striscio dall'arma da taglio. Erano insieme, non hanno spiegato chi e perché li ha aggrediti

SAN GIULIANO. Violenta aggressione sabato sera, 9 ottobre, di fronte a un circolo di Arena Metato: due cittadini stranieri sono stati attaccati da altrettante persone. Uno degli aggrediti è finito in ospedale, con una prognosi di 25 giorni, dopo essere stato bastonato. L'altra persona che era con lui ha chiamato il 118 due ore dopo, per una ferita di striscio dovuta a una coltellata.

I due episodi sembravano inizialmente scollegati. Alle 22 infatti le volanti hanno trovato di fronte al circolo l'uomo di 43 anni aggredito a bastonate, dolorante e frastornato. Lo hanno portato in ospedale. Con i poliziotti è stato evasivo sulla identità e sul movente della aggressione. Quasi due ore più tardi, alle  23.45, una pattuglia dei carabinieri è intervenuta sempre ad Arena Metato dove gli operatori sanitari del118 spiegavano che stavano inviando un'autoambulanza per un ragazzo con ferita di arma bianca.

Dopo avere appurato che le condizioni del ferito, 27enne, non erano gravi, i militari sono riusciti a capire che erano stati aggrediti insieme. Il 27enne però era riuscito a fuggire, riportando soltanto una ferita di striscio. Dopodiché si era rifugiato da un amico e dopo qualche tempo aveva deciso di chiamare il 118 per farsi soccorrere. L'uomo ha qualche precedente.

Una strana aggressione, forse un regolamento di conti, sulla quale sta provando a fare chiarezza la squadra mobile.