Ricatto hard dopo l'invio di immagini intime, denunciata una coppia

Il destinatario delle richieste di denaro aveva pagato oltre mille euro, poi si è rivolto alla polizia

PISA. Denunciata dalla polizia una coppia di giovani pugliesi per estorsione in concorso ai danni di un pisano di 44 anni che aveva intrattenuto con la donna una relazione erotica alimentata virtualmente attraverso ripetute conversazioni in chat dai contenuti sessualmente espliciti.

L'uomo della coppia pugliese risultato avere precedenti specifici. Lo rivela una nota della questura. La vittima è un pisano che, secondo quanto ricostruito dagli investigatori, "nella scorsa primavera aveva chattato con conversazioni a contenuto erotico con una donna, ricavando il numero da un sito di incontri". Dopo alcune chat il 44enne ha smesso di contattare quel numero di telefono trovato sul web, ma la donna recentemente lo ha contattato minacciandolo di diffondere i contenuti delle chat ai suoi conoscenti, se non le avesse accreditato una somma di denaro su una carta ricaricabile, con la promessa che ottenuta la somma le richieste sarebbero terminate. Per questo il pisano aveva accettato di versare oltre mille euro ma di fronte all'ennesima richiesta di soldi da parte della donna e dal suo complice, che a sua volta ha minacciato pi pesantemente il toscano, la vittima dei ricatti si rivolta alla polizia che dopo gli accertamenti su telefoni cellulari e carte ricaricabili ha denunciato i due pugliesi le estorsione in concorso.