Scritte contro i vaccini all'hub di Pisa: "Sei sano, torna a casa"

La propaganda esce dai social. Scritte di condanna sulla campagna o motivazionali per i vaccinandi: "Sei sano, torna a casa".

PISA. Non si dica che i No Vax fanno propaganda solo sui social e sui gruppi di Telegram o Whatsapp. All’hub vaccinale di Pisa, zona ex Ospedaletto, hanno agito alla vecchia maniera: vernice rossa sui cartelli informativi. Forse l' ultimo disperato tentativo di fermare le persone prima che cadano vittime dell’inganno dell’ago.

Un piccolo atto di vandalismo, segnalato ieri da Gabriele Collesano sulla sua pagina “Papà senza istruzioni”,  nel luogo dove ogni giorno passano centinaia di persone per vaccinarsi. E dunque  la predisposizione all’argomento è  alta.

Due scritte, una per cartello. La prima dai toni più catastrofici: “questo è un crimine”. In assenza  di una specifica, si può immaginare che il soggetto sia il vaccino. O il vaccinare.  Dunque una  riscrittura del codice penale, rivolta non si sa bene se a chi i vaccini li somministra o chi se li fa inoculare. Interpretazione da sciogliere.

Nel  secondo – “sei sano, torna a casa” – c’è una maggiore tensione esortativa. Ignorando, provocatoriamente, la ragion d’essere dei vaccini (scongiurare che qualcuno si ammali per una malattia, non guarire un paziente già colpito), la mano che lo ha scritto si prodiga per un ultimo ripensamento. Chissà se la scritta in rosso sul cartello può avere convinto qualcuno a fare dietrofront, rifiutare il vaccino e godersi senza limiti la propria salute. Chissà.

Intanto la direzione della Asl Toscana nord ovest e la responsabile della zona pisana condannato il danneggiamento dei cartelli all’hub vaccinale di Ospedaletto. «Questi gesti creano amarezza e contribuiscono a rendere ancor più difficile la lotta al virus che tutti stiamo combattendo da ormai quasi due anni. Come direzione esprimiamo totale solidarietà agli operatori sanitari.Tali azioni rivelano quanto l’intolleranza possa sfociare nell’inciviltà e nel mancato rispetto di coloro che hanno opinioni diverse ».