Piombino, la storia gloriosa del Centro Velico

La società esiste dal 1950: alla fine di giugno è ripartita la scuola annuale che si svolge a Baratti da 35 anni

PIOMBINO. Il Centro Velico Piombinese esiste dal 1950, una delle società più longeve affiliate alla Federazione vela. A fine giugno è ripartita l’annuale scuola che si svolge a Baratti da 35 anni e che in questo 2021 si concluderà il 10 settembre. «La nostra – riferiscono con comprensibile soddisfazione dal Centro Velico – è stata nominata anche quest’anno come una delle prime tre scuole di vela della seconda zona Fiv che comprende Toscana, Umbria e La Spezia. Per quanto riguarda i corsi della scuola federale l’età dei partecipanti va dai 6 ai 18 anni non compiuti, ma facciamo anche lezioni private su appuntamento per gli adulti».

Bene le iscrizioni tanto che i corsi si sono riempiti in poco tempo, chiaramente la pandemia ha modificato il collaudato sistema organizzativo fin qui utilizzato. «Questo è il secondo anno – commentano – che non possiamo accettare più di un certo numero di ragazzi a causa delle restrizioni. Occorre sanificare tutto il materiale e usare accortezze che ci hanno portato a dividere la giornata in due corsi, la mattina dalle 9,30 alle 13 e il pomeriggio dalle 15 alle 18,30 allineandoci alle indicazioni Federazione. Prima del Covid abbiamo sempre proposto un corso unico che iniziava la mattina e proseguiva fino alla sera, pausa pranzo compresa».


Si lavora principalmente con gli Optimist fino ai 12- 13 anni, dopo di che si passa ai doppi. Importante è anche la richiesta dei turisti che hanno la possibilità di selezionare anche un breve periodo, infatti i corsi sono settimanali mentre quello completo dura 12 settimane. Il Centro Velico ha rinnovato recentemente il proprio consiglio eleggendo come Presidente Priamo Priami. Quanto ad atleti di punta vale la pena citare Nicolas Seravalle che sta allenandosi come prodiere con il timoniere Flavio Favini (velista dell’anno 2003 con 9 titoli mondiali, 3 europei e 20 campionati italiani su tutte le classi possibili) e Lorenzo Lubrano, nella classe Hansa 303 categoria para olimpici che ha già conquistato il decimo posto al campionato italiano classi olimpiche del 2020. Quest’anno sarà probabilmente impegnato a settembre sul lago di Garda nel campionato italiano e a ottobre nel campionato mondiale Hansa 303 a Palermo. Altro nome importante è quello di Matteo Teglia, mentre nel recente passato il Centro Velico Piombinese ha avuto l’orgoglio di veder crescere molti atleti tra i quali Paolo Barozzi e Andrea Zinali (ha partecipato alle Olimpiadi di Atlanta). Ultimo punto, ma non in ordine d’importanza, in questo 2021 sono stati affidati i Campionati Europei Fireball proprio al Centro Velico Piombinese che mancano su questo territorio da almeno 30 anni, l’appuntamento si svolgerà a Marina di Salivoli dall’11 al 17 settembre. «L’evento – commentano dal centro Velico – è organizzato in collaborazione con l’amministrazione comunale e la Cooperativa l’Ormeggio di Marina di Salivoli che ci mette a disposizione la struttura. Parteciperanno equipaggi da tutta Europa anche se c’è un po' di comprensibile ansia legata alla pandemia. Ad oggi l’evento resta comunque confermato e, salvo imprevisti legati ad una eccessiva ascesa della curva dei contagi, siamo certi che vivremo una bellissima settimana di sport con spettacolo e divertimento assicurati».