Il presidente lancia la sfida «Pronti anche quest’anno a giocarcela con chiunque»

Lolini soddisfatto della risposta della squadra ma anche dei tifosi «Contro Firenze spero in un pubblico che faccia la differenza»  

l’intervista

Pronto riscatto per il Basket Golfo Piombino. «Una partita mai in discussione – afferma il presidente del Basket Golfo Piombino, Ottorino Lolini - La considero una bella risposta dopo il passo falso registrato a San Miniato due domeniche fa. Abbiamo giocato bene riuscendo a mettere al sicuro un’altra vittoria, di fronte a una grande cornice di pubblico. Adesso mi auguro che anche a Oleggio i ragazzi possano ripetere una prestazione del genere: ogni partita però ha una storia a sé. Mi fa piacere aver recuperato pedine importanti come il nostro capitano Iardella».


Per i gialloblù, il mese di novembre potrebbe davvero risultare molto importante ai fini della classifica: dopo la sfida con Oleggio infatti Piombino riceverà tra le mura amiche la capolista All Food Enic Firenze, attualmente ancora imbattuta e che vanta in classifica quattro punti in più proprio dei dirimpettai piombinesi. La sfida con i gigliati probabilmente avrà un peso specifico anche in ottica Coppa Italia, a cui prenderanno parte le prime due squadre classificate dei quattro gironi della serie B. C’è da dire che questo è un campionato molto strano, basti pensare che ad esempio la stessa Valsesia, che domenica è parsa decisamente in difficoltà, era riuscita una settimana prima a espugnare il parquet di Omegna, considerata dalla maggior parte degli addetti ai lavori come la grande favorita finale per il salto in serie A2. Ecco che, considerando la particolarità del girone A, sfide come quella di Oleggio o quelle che attendono i piombinesi nel futuro (Palermo o Empoli) potrebbero rivelarsi più insidiose di quanto previsto.

«Senza dubbio – continua Lolini – Firenze e Omegna sono le squadre più attrezzate. La prima ha un roster di valore che sapevamo che avrebbe condotto un campionato di vertice: speriamo di poterla affrontare, fra due giornate, davanti a una cornice di pubblico che possa fare la differenza come ha fatto anche domenica sera. Per il resto ciò che ha un po’ sorpreso tutti è stato il ko di Omegna con Valsesia: noi comunque siamo pronti a giocarcela con tutti e credo che potremo dire la nostra con tutte le formazioni del nostro girone. È ancora presto però per far i conti. In un torneo a quindici squadre come quello di questa stagione – conclude Lolini - dove le squadre usufruiscono di turni di riposo, penso che potremmo trarre un primo bilancio solo alla fine del girone d’andata, quando si saranno affrontate tutte le partecipanti». —

Francesco Massei



La guida allo shopping del Gruppo Gedi