Duemila ultracinquantenni non vaccinati E tra i giovani la campagna fa troppa fatica

Capoliveri è il fanalino di coda dell’isola per percentuale di prime dosi, la fascia d’età tra i 30 e i 39 anni è la meno coperta 

PORTOFERRAIO. Ci sono più di duemila elbani con più di cinquant’anni di età che non hanno ancora fatto la prima dose di vaccino. Sono l’anello più debole della catena, per ragioni di età, esposti al virus perché completamente sprovvisti di protezione. Il numero si può estrapolare sfogliando l’ultimo report sulla campagna di vaccinazione pubblicato dall’Asl Toscana Nord Ovest, con i dati aggiornati al 13 di gennaio. Sull’isola, ad oggi, sono state somministrate 24.815 prime dosi su una popolazione di 30.573 cittadini. Poco meno di 6mila persone, dunque, non hanno aderito alla campagna vaccinale, con la zona elbana che per percentuale è quella con il tasso di cittadini con almeno una dose di vaccino più bassa (81,9 per cento), indietro di quattro punti percentuali rispetto alla media dell’Asl toscana Nord Ovest.

La ripresina


Duecento e 89 prime dosi somministrate in sette giorni, dal 7 al 13 gennaio. Un numero che sembra basso ma che, se rapportato a un’isola con poco più di 30mila abitanti, non è da buttare. All’Elba, come nel resto del territorio coperto dall’Asl Toscana Nord Ovest, la campagna vaccinale è ripartita sulla spinta – purtroppo – del boom di contagi e dell’introduzione dell’obbligo vaccinale.

La copertura

La fascia tra i trenta e i trentanove anni, secondo il report pubblicato il 13 gennaio scorso dall’Asl Toscana Nord Ovest, è quella che sull’isola ha risposto meno alla campagna vaccinale. Solo il 78 per cento dei trentenni, infatti, ha fatto almeno una dose di vaccino: si tratta di 2.576 persone su 3.303 con 727 non vaccinati. Se guardiamo i numeri interi, invece, la fetta più importante di persone senza protezione vaccinale è rappresentata nella fascia di età compresa tra i 40 e i 49 anni: 788 di loro si sono tenuti alla larga dagli hub vaccinali allestiti sull’isola.

Comune per comune

Il piccolo comune di Marciana Marina è la realtà elbana con la percentuale più alta di primi cittadini con almeno una dose di vaccino, al 35° posto tra i 102 comuni serviti dall’Asl Toscana Nord Ovest. Sotto la Torre degli Appiani si è recato all’hub vaccinale l’85,6 per cento dei cittadini (con almeno una dose di vaccino, mentre la copertura vaccinale completa è all’82,4 per cento).

Va peggio nel comune di Portoferraio, dove la percentuale di cittadini con almeno una dose di siero si attesta all’83,3 per cento, con il picco massimo del 95,2 per cento degli over 80 e il minimo dell’81,4 per cento dei portoferraiesi tra i 30 e 39 anni di età.

A Campo nell’Elba si è vaccinato con almeno una dose l’82,5 per cento dei cittadini, 75° posto tra i 102 comuni della Asl. Va ancora peggio a Porto Azzurro (77° posto con l’82,4 per cento) e nel comune di Marciana, dove la percentuale si ferma all’80,6 per cento. Il quadro si complica ulteriormente nei comuni di Rio e di Capoliveri, in fondo alla classifica della Asl. A Rio (99° posto) solo il 76,6 per cento dei residenti si è recato almeno una volta all’hub vaccinale (la percentuale è inferiore all’80 per cento anche in fasce di età delicate come quella tra 70 e 79 anni). Capoliveri è addirittura al penultimo posto della classifica con il 74,6 per cento di copertura con almeno una dose di vaccino.

Lu.Ce.

© RIPRODUZIONE RISERVATA