Contenuto riservato agli abbonati

Altri 421 nuovi positivi in una settimana all'Elba, ma l’avanzata rallenta

I dati dell’Asl dal 4 al 10 gennaio: casi in aumento, ma meno rispetto al passato. Resta alta la percentuale di giovani: il 44 percento dei contagiati è sotto i 35 anni

PORTOFERRAIO. Male. Ma, almeno, non malissimo. I dati settimanali diffusi ieri dall’Asl Toscana nord-ovest confermano come il Covid -19 stia colpendo con forza l’isola. Dal 4 al 10 gennaio i nuovi positivi al coronavirus sono stati 421. I numeri dell’azienda sanitaria, però, ci dicono anche come non vi sia più la crescita esponenziale registrata nelle settimane precedenti. In particolare non c’è stato il balzo avvenuto nei sette giorni tra il 21 e l 27 dicembre, con 70 casi, e quelli tra il 28 dicembre e il 3 gennaio, quando i nuovi positivi sono saliti a 383. Il fatto che negli ultimi sette giorni ci sia stata una crescita di 38 casi è un primo elemento positivo: l’avanzata del virus c’è, ma è più lenta.

LA TENDENZA


Una tendenza confermata anche dai dati che ogni giorno vengono forniti dalla Conferenza dei sindaci elbani. Il 5 gennaio i nuovi positivi erano 75, il giorno della Befana erano 62. L’8 erano scesi a 60, mentre il 9 sono saliti a 68. Ieri si è registrato il dato migliore degli ultimi tempi: il sindaco di Portoferraio Angelo Zini ha segnalato 40 contagi su 159 tamponi molecolari eseguiti lunedì nel drive through di San Martino. Ieri sono stati eseguiti altri 157 test. Un numero inferiore a quello degli scorsi giorni. Sabato scorso, ad esempio, ne sono stati effettuati 207. Venerdì erano 198. E anche questo dato può essere interpretato come incoraggiante. O quanto meno in linea con l’avanzata più lenta dei contagi da Covid-19 tra la popolazione dell’isola che emerge dai dati settimanali.

IL PUNTO DEI COMUNI

I numeri forniti ogni sette giorni dalla Asl consentono di fare un’altra valutazione: ossia quali siano stati i territori elbani più colpiti dalla pandemia. Il comune in cui i contagi sono aumentati di più è quello di Campo nell’Elba: tra il 28 dicembre 2021 e il 3 gennaio erano 32; tra il 4 e il 10 gennaio sono saliti a 85. In crescita anche Capoliveri (erano 21 e sono saliti a 46) e Porto Azzurro (da 37 a 48). In calo tutti gli altri: Marciana è passata da 26 a 20 nuovi positivi; Marciana Marina da 45 a 9; Rio da 40 a 30; Portoferraio da 182 a 175. Per quel che riguarda i dati di ieri, la distribuzione territoriale è questa: due nuovi contagi a Marciana, cinque a Campo nell’Elba, 12 a Portoferraio, sette a Porto Azzurro, cinque a Capoliveri e due a Rio. Sono invece sette i positivi individuati nell’isola ma non residenti in uno dei sette comuni.

ANCORA TANTI GIOVANI

In tutto, alla data di ieri, gli elbani che stavano combattendo con il Covid-19 erano 640. Molti di questi sono giovani. Tra il 28 dicembre 2021 e il 3 gennaio i nuovi positivi con meno di 35 anni erano il 50 percento dei casi individuati. Una percentuale scesa al 44 tra il 4 e il 10 gennaio. In crescita invece il dato delle vaccinazioni (sul tema vedi anche il box a destra). Il 3 gennaio le prime dosi fatte nell’isola erano 27.864, il 10 gennaio erano saliti a 28.173. Le seconde erano 26.739 e sono salite a 26.930. Le terze fanno un balzo e passano da 12.746 a 14.337.

© RIPRODUZIONE RISERVATA