Contenuto riservato agli abbonati

Elba, il vademecum di Chetoni: «Ecco cosa deve fare chi è positivo al Covid-19»

Auto in fila al drive through di San Martino per i tamponi Covid

PORTOFERRAIO. «Come e dove posso fare il tampone?». «Quanto dura l’isolamento e la quarantena?». «Come riattivare il Green pass?». E ancora: «Come devo fare per vaccinare me o i miei figli?». Sono alcune delle domande che tanti elbani si fanno in questi giorni segnati dall’aumento di contagi da Covid-19. Quesiti a cui risponde Fabio Chetoni, medico e direttore responsabile della zona distretto Elba dell’Asl.

Come è la situazione sanitaria all’Elba?


«È tranquilla nonostante l’alto numero di persone che sono risultate positive al Covid-19 nell’ultima settimana. Attualmente abbiamo più di 500 contagiati e il numero è destinato a salire. Sono persone in isolamento, distribuite in tutti i Comuni elbani ma non si registrano criticità particolari e, fortunatamente, non ci sono accessi al pronto soccorso» .

Tanti elbani, però, si sentono un po’ abbandonati e sono bloccati a casa in attesa di un tampone.

«I pazienti Covid hanno come riferimento il medico di famiglia che dispone, su necessità, l’attivazione delle Usca (Unità speciali di continuità assistenziale, ndr). Stiamo facendo di tutto per favorire il ritorno alla normalità dei soggetti in isolamento facilitando l’accesso al tampone molecolare che si può fare tutti i giorni, dalle 10,30 alle 13.00 nel parcheggio di San Martino con il sistema drive through».

Prenotare un test nel portale regionale è spesso un’impresa. Cosa bisogna fare per accedere al servizio?

«Basta chiedere al proprio medico di famiglia l’inserimento nella nostra lista. La procedura è velocissima: devono solo chiamarci».

Quanto durano l’isolamento e la quarantena?

«Chi è in isolamento deve aspettare 10 giorni se non è vaccinato, vaccinato con una sola dose oppure se sono passati più di 120 giorni dalla seconda dose. Gli altri (terza dose già effettuata o seconda dose entro i 120 giorni) possono fare il tampone dopo una settimana se da tre giorni privi di sintomatologia».

Insomma, si ritorna alla questione tamponi.

«Ripeto c’è la massima disponibilità all’accesso al tampone. I medici di base possono indirizzare il paziente che deve uscire dall’isolamento anche alle farmacie autorizzate, ambulatori convenzionati, medici di medicina generale, pediatri e associazioni di volontariato per il tampone rapido antigenico. In tutti i casi, se è negativo, il Green pass si riattiva automaticamente grazie al nuovo sistema».

E per le vaccinazioni?

«Tutti i giorni, esclusa la domenica, si effettuano per la prima, seconda e terza dose all’ospedale di Portoferraio dalle 9 alle 13. I bambini dai 5 agli 11 anni possono vaccinarsi negli ambulatori dei pediatri di famiglia che aderiscono alla campagna vaccinale o in ospedale, in pediatria, il martedì e il giovedì prenotando all’indirizzo e-mail pediatria.elba@usl6.toscana.it» indicando i dati anagrafici del minore da vaccinare».

E per il servizio di guardia medica? Cosa si deve fare?

«È presente sul nostro territorio la notte dalle 20 alle 8 nei giorni feriali nella postazione di Marina di Campo e Rio. Nei festivi risponde la postazione di Livorno dove un medico deve prendere in carico il paziente e valutare la gravità attivando, nel caso, il 118».

© RIPRODUZIONE RISERVATA