Parcheggi interrati, ripavimentazione e... un chiosco per piazza dei Grani

rendering della nuova piazza dei Grani pubblicati dall’amministrazione comunale

Accantonato il vecchio piano partecipato dei cittadini. Dopo anni di attesa l’iter progettuale riparte daccapo

PIOMBINO. Quella piazzetta affacciata sul porticciolo di Marina aspetta una riqualificazione da dodici anni. Ma tra concorsi di idee, progetti e richieste di finanziamento non è accaduto nulla. E adesso, questo è il colpo di scena, si riparte daccapo. O quasi. L’amministrazione comunale guidata dal sindaco Francesco Ferrari ha annunciato di aver avviato l’iter per la riqualificazione della storica piazza dei Grani, gioiello da salvare del centro storico di Piombino. Un progetto, al momento, non è ancora stato definito, visto che il sindaco Ferrari e l’assessore ai lavori pubblici Marco Vita «stanno lavorando – hanno spiegato nella nota – per dare corpo a un’idea che abbiamo in mente per il futuro di una delle piazze più iconiche del centro storico». Nel frattempo, però, lo stesso Comune ha pubblicato due rendering che danno l’idea di come quella piazzetta dovrebbe trasformarsi.

PARCHEGGI E CHIOSCO


L’amministrazione ritiene che piazza dei Grani abbia subito «un graduale decadimento» e necessiti «di essere riqualificata e restituita ai cittadini». Ma come? L’idea – perché al momento si tratta di questo – prevede «anche la realizzazione quaranta parcheggi interrati: ciò consentirà di rispondere alle esigenze dei residenti del centro alleggerendo al contempo l’impatto visivo delle auto parcheggiate», spiegano Vita e Ferrari. La piazza verrebbe livellata nella sua parte centrale. Sarà riprogettata totalmente la parte superiore con la realizzazione degli oltre quaranta parcheggi sotterranei, oltre alla ripavimentazione totale dell’area. Non solo. In fase di valutazione c’è la collocazione di un chiosco nella piazza «così da portare – spiegano dal Comune – funzioni e relazioni e renderla più vissuta combattendo, così, anche il degrado». Nel rendering del Comune si vede un chiosco con dei tavolini e sedie all’aperto.

IL PASSATO

In realtà la riqualificazione della piazza dei Grani è stata oggetto di un concorso di idee che, negli anni passati, aveva portato a un risultato progettuale. Il percorso partecipato, avviato nel 2009, fu portato avanti da Sociolab. I cittadini contribuirono con idee e contributi scritti, fino a quando furono individuati tre profili progettuali: “Un semplice ritocco”, “Un anfiteatro naturale” e “Una terrazza sul mare”. Ad essere scelto fu “Un anfiteatro naturale”. Il progetto prevedeva di realizzare un collegamento naturale tra via Mazzini e via Cavour. Si prevedeva di eliminare la struttura con i pilastri a vista attualmente utilizzata come parcheggi. Le zone centrali della piazza venivano messe in piano (proprio come prevede l’idea della nuova amministrazione), a quote tali da accordarsi con via della Marina, garantendo così un’accessibilità alla piazza anche a persone con difficoltà motorie. Ai lati della nuova scalinata gli accessi per i parcheggi interrati (quello di entrata a ovest, quello di uscita a est). Nella parte superiore della piazza erano previste panchine ed alberi, pratini e piante aromatiche nella parti inferiori. Prevista inoltre una gradinata con spazi antistanti per piccole manifestazioni, eventi e mercatini.

“FABBRICA DEI SAPERI”

Alla chiusura del concorso di idee per piazza dei Grani non ha fatto seguito una ristrutturazione concreta. Una speranza pochi anni fa, nel 2015, quando l’amministrazione comunale inserì il progetto da 1.630.000 euro in un lotto di cinque interventi da realizzare con i fondi regionali per l’innovazione urbana (con piazza dei Grani c’era il recupero del piazzale di Alaggio, la sistemazione di piazza Dante e altri interventi di efficientamento energetico). Dopo un anno, però, la doccia fredda. Niente fondi, nessun intervento. Vediamo se stavolta piazza dei Grani avrà più fortuna.