Luci e ombre sul Black Friday a Piombino, pesano maltempo e fughe dalla città

il presidente di Confesercenti Vincenzo Cananzi e il presidente di Confcommercio Marco Torchioni, Massimo Bucciantini e Francesca Catalini

Cananzi: «Riscontrato un leggero incremento di vendite». Torchioni: «Movimento, ma senza il giro economico atteso»

PIOMBINO. Il fine settimana è stato illuminato dall’accensione della luminaria e in parte dalle offerte del Black Friday al quale hanno aderito più o meno tutti i commercianti, applicando sconti su articoli selezionati piuttosto che su tutta la merce. La verità è che le aspettative sono state un po’disattese, principalmente a causa del clima avverso che tra pioggia, vento e freddo si è dimostrato impietoso. Molti esercenti però hanno la netta sensazione che per i propri acquisti i piombinesi tendano a rivolgersi altrove, nelle città piuttosto che nei comuni limitrofi, per una questione di abitudine e mentalità.

«So che è in programma il rifacimento di Corso Italia – dice Vincenzo Cananzi, presidente Confesercenti – cosa che potrebbe rappresentare un’importante attrattiva e una migliore accoglienza tanto per i residenti, quanto per chi viene da fuori». Che aggiunge: «Sul Black Friday, i franchising hanno tenuto botta anche grazie alla loro promozione. Quelle del sabato mattina, unico momento di tregua metereologica, sono state le ore in cui i negozianti hanno lavorato di più, ma la verità è che la cultura del Black Friday deve ancora entrare da noi. Quindi contenti a metà, dato che i più hanno potuto riscontrare solo un leggero incremento di vendite».


«Parlando con le attività – dice Marco Torchioni, presidente Confcommercio – è emerso che la gente ha approfittato dell’iniziativa soprattutto venerdì mattina, probabilmente per essere certa di riuscire ad acquistare a prezzi scontati un prodotto a cui puntava da tempo, il pomeriggio si è rivelato già meno brillante. Movimento sì, ma senza produrre quel giro economico che ci si aspettava. Ciò che sta invece funzionando – conclude – è l’iniziativa “Adotta una vetrina” proposta dal Comune, il numero di commercianti interessati è addirittura superiore a quello dei fondi aderenti all’iniziativa».

«Poca gente in giro anche prima che iniziasse a piovere – sottolinea Francesca Catalini, del negozio Stress – l’impressione è che tanti siano andati altrove. Onestamente mi aspettavo di lavorare molto di più considerando che ho messo a sconto tutto l’abbigliamento presente in negozio. D’altro canto è anche vero che lo scorso anno non fu possibile fare il Black Friday perché eravamo chiusi per le restrizioni». Punto di vista condiviso anche da Valerio Stacchini di Cargo, che cerca di vedere il bicchiere mezzo pieno: «Ricordiamoci come eravamo messi un anno fa – dice – quest’anno siamo aperti, e comunque io mi ritengo soddisfatto, alla fine abbiamo venduto più di un normale fine settimana». Massimiliano Santini di Giovannetti Calzature, evidenzia che l’iniziativa è stata un po’sottotono «pur essendosi rivelato inferiore alle aspettative il Black Friday alla fine crea sempre un certo movimento. Mi auguro che in vista del Natale molte persone decidano di regalare, o si regalino, scarpe».

«Noi abbiamo lavorato – dice Letizia Silvestri Da Rosa – non tanto grazie al Black Friday quanto ai video promozionali da noi pubblicati sui social, che sono riusciti ad attrarre anche clienti da Firenze o dall’Elba venuti ad acquistare cantuccini, vino, pecorino o salsiccia. Tuttavia le vendite sono risultate inferiori allo scorso anno. Dall’1 dicembre tutti i giorni dalle 16 alle 18 regalerò lo zucchero filato ai bambini che troveranno anche Babbo Natale al mio negozio per incentivare lo shopping natalizio».

C’è chi il Black Friday lo ha trasformato in un mese di occasioni sempre più interessanti, idea che a quanto pare ha funzionato. «È andata molto bene – dice Massimo Bucciantini titolare di Bucciantini Supercasa – sia in riferimento all’intero mese che al week end del Black Friday. I prodotti più gettonati sono stati televisori, smart watch, pc e piccoli elettrodomestici. Lo scorso anno abbiamo fatturato il 50 per cento in più dell’anno precedente, un fenomeno davvero eccezionale, e in questo 2021 è andata ancora meglio, cosa che non davo per scontata. Stesso trend positivo anche per giocattoli e casalinghi».

© RIPRODUZIONE RISERVATA