Contenuto riservato agli abbonati

Coppola vicesindaco, Urbanistica a Parodi, per Ceccarelli sicurezza e politiche sociali

Francesco Ferrari con Giuliano Parodi nella prima conferenza stampa in vista delle elezioni 2019, Luigi Coppola, Vittorio Ceccarelli e Gianluigi Palombi

L’ex vicesindaco lascia la Cultura a Ferrari e il Turismo a Nigro. A Bezzini, titolare dell’Ambiente, affidata anche la Sanità

PIOMBINO. Alla fine, dopo tre giorni è arrivata la conferma ufficiale alle anticipazioni del Tirreno sulla nuova rivoluzione in giunta.

Ieri dunque il sindaco Francesco Ferrari ha ufficializzato le sue decisioni: via l’assessore all’Urbanistica Gianluigi Palombi, a cui aveva già revocato la delega alla Sanità, ai saluti anche l’assessore al Bilancio Paolo Ferracci, dimissionario per la seconda volta, «per il grande impegno che l’amministrare richiede – afferma – e che non si concilia più con i crescenti impegni professionali».


In giunta entra Luigi Coppola, che sarà il titolare del Bilancio ma a cui viene affidato anche il ruolo di vicesindaco, di cui si spoglia Giuliano Parodi, che lascia pure la cultura (al sindaco) e il turismo (a Sabrina Nigro) ma guadagna l’Urbanistica, un assessorato pesante da cui potrà costruire il suo futuro politico in vista delle prossime Amministrative.

Anche la Lega dopo due anni e mezzo di pressioni trova una poltrona nell’esecutivo (Ferracci era considerato un tecnico di area Carroccio, ma non ne era espressione diretta) con Vittorio Ceccarelli, che con lo spacchettamento delle deleghe si occuperà di Polizia municipale, Sicurezza (settori di Marco Vita, assessore ai lavori Pubblici)e di Politiche sociali, delega fino a ieri di pertinenza della responsabile dell’Ambiente Carla Bezzini, a cui però il sindaco affida l’altro assessorato di peso, la Sanità, che deteneva ad interim.

Insomma, il terzo rimpasto in due anni e mezzo rappresenta davvero uno scossone alla maggioranza, col quale il sindaco sembra voler da una parte ribilanciare il peso delle forze che lo sostengono, e dall’altra ritrovare il feeling con la Lega, affidando poi un ruolo di spicco a Coppola che, da orgogliosamente democristiano, pare l’unico ad avere l’esperienza per dare un po’ di equilibrio a una giunta mai parsa troppo compatta. Vedremo se il taglio di Palombi, vicecoordinatore provinciale di Forza Italia avrà strascichi politici, anche se il silenzio del suo partito in questi giorni non sembra farlo presagire. Forza Italia potrebbe essere in qualche modo “risarcita” con Luca Ardenghi, non uomo di partito ma di area, attuale vicepresidente di Casalp, sulla poltrona di presidente della parchi al posto di Alessandro Bruni.

«Voglio ringraziare Paolo Ferracci per l’impegno e la dedizione dimostrati alla città – dichiara il sindaco Ferrari – Ho accettato le sue dimissioni comprendendo le motivazioni che stanno alla base di questa decisione. La città dovrà fare a meno del contributo di una persona che ha dimostrato grandi competenze e le ha messe a servizio della nostra comunità. Sono molti i progetti che hanno preso vita grazie al suo impegno e sono certo che potremo continuare a fare affidamento sulle sue capacità».

Dal sindaco poche parole di circostanza invece per Palombi, con cui ormai il rapporto si era logorato da tempo: «Dispiace constatare – dice Ferrari – la fine di un percorso con Gianluigi, che fin dall’inizio ha condiviso con noi il progetto su Piombino e al quale mi lega anche un rapporto di profonda amicizia e stima».

Infine il sindaco ringrazia Parodi «che, con grande senso di responsabilità, ha rinunciato spontaneamente al ruolo di vicesindaco conscio del grande impegno che la delega all’Urbanistica richiede in questo particolare momento. Adesso, abbiamo trovato un nuovo equilibrio per rilanciare e portare avanti efficacemente l’azione amministrativa: con l’ingresso di due nuove figure abbiamo ridistribuito le deleghe sempre con l’obiettivo di migliorare l’attività politica e amministrativa».

Ferracci ringrazia il sindaco «per la possibilità che mi ha offerto e i colleghi assessori per la disponibilità e la collaborazione messi in campo per portare a termine molti importanti risultati», spiegando che continuerà «a essere disponibile a supporto dell’amministrazione e della città».

Parodi sembra particolarmente fiero e motivato del suo nuovo incarico all’Urbanistica, «un ruolo cruciale per lo sviluppo del territorio – sostiene – visto il particolare momento che ci vede impegnati nella procedura di approvazione del Piano strutturale intercomunale e, successivamente, nella redazione del Piano operativo». Parodi sottolinea che «proprio al fine di portare avanti al meglio questa attività nei prossimi due anni, ho deciso di rinunciare alla carica di vicesindaco e convogliare le energie in tutte le attività che fanno capo al mio nuovo ruolo».

Nel valzer dei ringraziamenti anche quello di Coppola al sindaco «per la fiducia che mi ha dimostrato, affidandomi non solo il Bilancio ma anche il ruolo di vicesindaco. Come in tutte le cose che faccio – chiude Coppola – lavorerò col massimo impegno, sempre al servizio della comunità».

© RIPRODUZIONE RISERVATA