Contenuto riservato agli abbonati

«Multe annullate per gli accessi alla ztl»: l’ex sindaco Ciumei finisce a processo

A sinistra l'ex sindaco di Marciana Marina, Andrea Ciumei, a desta l'ex comandante della poliziamunicipale e consigliere comunale di maggioranza Zenobio Sacchi

Marciana: imputati per abuso d’ufficio anche l’allora comandante della municipale e una dipendente comunale

MARCIANA MARINA. Sanzioni al codice della strada, come l’accesso irregolare nella zona a traffico limitato del lungomare, effettuate per poi essere annullate in autotutela dalla polizia municipale. È con l’accusa di abuso d’ufficio che sono finiti a processo l’ex comandante dei vigili urbani di Marciana Marina Zenobio Sacchi (attuale consigliere di maggioranza), l’ex sindaco Andrea Ciumei – oggi capogruppo di opposizione e chiamato in causa in quanto ha ricoperto il ruolo di dirigente facente funzione del settore fra il pensionamento di Sacchi e l’arrivo del successore – e l’allora dipendente dei vigili Giovanna Chiuchiù (su propria richiesta trasferita dall’area vigilanza a quella tecnica). Secondo la procura – ieri nell’aula B del tribunale di Livorno davanti al giudice Ottavio Mosti c’era la pubblico ministero Ezia Mancusi, anche se il titolare del fascicolo è il collega Massimo Mannucci – non avrebbero potuto revocare le sanzioni già comminate, mentre a parere della difesa la loro condotta non sarebbe stata penalmente rilevante.

IL PROCESSO


La vicenda risale al periodo che va dal 2013 al 2018 ed è emersa dopo un’informativa di reato del nuovo comandante della polizia municipale, il successore di Sacchi Gian Maria Rossetti, che per le indagini ha collaborato con la guardia di finanza. Il dirigente del settore – nel frattempo licenziato – aveva ravvisato alcune presunte irregolarità, motivo per il quale ha avviato le indagini e oggi, dopo i rinvii a giudizio, il processo ha preso il via. Ieri, in tribunale, sono stati ascoltati alcuni testimoni citati dalla difesa (residenti nel comune di Marciana Marina) proprio in merito agli annullamenti delle sanzioni, mentre a febbraio nel corso della prossima udienza verrà ascoltato il consulente nominato dagli avvocati Sigfrido Fenyes e Aurora Matteucci – che difendono Sacchi e Chiuchiù – che sarà chiamato a fare una disamina sulla normativa del settore e in particolare sul tema delle sanzioni al codice della strada. Sarà uno snodo cruciale del processo, dal momento che secondo i legali gli annullamenti dei verbali sarebbero legittimi e non configurerebbero l’abuso d’ufficio da parte dei loro assistiti. Sacchi, nello stesso processo, è imputato sempre per abuso d’ufficio anche per aver concesso la delega alla gestione dell’iter delle contravvenzioni a Chiuchiù, che oltre a essere stata sua collega quando svolgeva il lavoro di agente locale (poi, come detto, ha chiesto e ottenuto lo spostamento nell’area tecnica del Comune) è anche sua nipote, ovvero figlia della sorella.

MORTE DI UN IMPUTATO

A processo era finito anche l’ex sindaco Giovanni Martini, primo cittadino dal 1997 al 2007 e nel 2017 assessore all’urbanistica con l’avvio della giunta guidata da Gabriella Allori. Il suo nome era ancora nell’elenco degli imputati del processo – visto che per un breve periodo, dopo Ciumei e prima di Rossetti, aveva ricoperto il ruolo di facente funzione del settore dopo il cambio di amministrazione – e in aula ieri il giudice ha preso atto della sua scomparsa, purtroppo avvenuta lo scorso luglio all’età di 77 anni.

IL RUOLO DI CIUMEI

Ciumei è stato sindaco di Marciana Marina per dieci anni, dal 2007 al 2017, fallendo poi il terzo mandato consecutivo con la vittoria appunto di Allori. Il suo ruolo – come era quello di Martini – sarebbe comunque marginale nell’inchiesta della procura, dal momento che è stato rinviato a giudizio non in qualità di primo cittadino, ma perché per un breve periodo ha ricoperto il ruolo di dirigente facente funzione del comparto, visto che dopo il pensionamento di Zenobio Sacchi a Marciana Marina non esisteva più un comandante della polizia municipale.

© RIPRODUZIONE RISERVATA