Oltre sette studenti su dieci sono vaccinati: Piombino e Campiglia sopra la media

Bene per i giovanissimi anche Monteverdi. Un po’ a rilento le altre fasce, mentre Sassetta resta in fondo alla classifica

PIOMBINO.  Continua, seppure un po’ a rilento, la campagna di vaccinazione anti-Covid. La sensazione è che, chi volesse vaccinarsi, l’abbia già fatto (almeno in prima dose). D’altra parte la notizia delle ultime ore sull’obbligo dal 15 ottobre del Green pass per tutti i dipendenti pubblici e privati, potrebbe dare una nuova accelerata alla campagna.

Un po’ com’è successo in estate, soprattutto nel mese di agosto, con le vaccinazioni dei giovanissimi. Vuoi per l’imminente rientro in sicurezza a scuola a settembre, vuoi per la necessità della certificazione per gli sport e l’attività al chiuso, fatto sta che la fascia dai 12 ai 19 anni ha subito in queste ultime settimane una bella spinta, superando in molti casi la copertura relativa ad altre fasce d’età.

I GIOVANISSIMI

Fra i comuni della Val di Cornia, la miglior posizione (secondo il report Asl del 13 settembre) nell’ambito della classe più giovane, sulla prima dose, spetta a Monteverdi con una percentuale dell’80,9 per cento di vaccinati. Una cifra che supera tutte le altre fasce d’età, ad eccezione degli over 80 (83,8). Parliamo ovviamente di percentuali e non di numeri assoluti. Fra i comuni più numerosi, Piombino e Campiglia viaggiano a braccetto rispettivamente con 74,1 e 74,2, sempre per i ragazzi dai 12 ai 19 anni. Segue Suvereto con il 69 per cento, quindi (appena fuori dalla Val di Cornia) Castagneto Carducci con il 68 per cento. Si scende di cinque punti a San Vincenzo dove i ragazzi fino ai 19 anni protetti sono soltanto il 63,7 per cento. Maglia nera per la vaccinazione è, come sempre, Sassetta con appena il 39,4 per cento, il dato più basso in tutto il territorio dell’Asl nordovest.

Per le secondi dosi, prima piazza a Piombino con il 36.9 per cento; seguono Campiglia (34,6), Monteverdi (31,9), San Vincenzo (28,4), Castagneto (25,7), Suvereto (23,6) e Sassetta (21,2). La media vaccinale per l’area Asl nordovest è di 72,6 per cento per la prima dose, 33,7 per la copertura completa. Piombino e Campiglia viaggiano quindi sopra la media.

Insomma, i ragazzi si stanno vaccinando con numeri anche importanti, sebbene si stia registrando un graduale rallentamento. I dati forniti da Asl (divisi per aree) vedono la fascia 12-19 anni, al 13 settembre, vaccinata con prima dose al 71,3 per cento. In concreto parliamo di 6.502 giovani sui 9.119 totali per la Bassa Val di Cecina e Val di Cornia; 2.780 (pari al 30,5 per cento) quelli che hanno completato il ciclo vaccinale.
Il 6 settembre, i giovanissimi con prima dose erano 6.086 (66,7 per cento), il 31 agosto 5.601 (61,4 per cento), il 19 agosto 3.970 (43,5 per cento).

LE ALTRE FASCE
La Val di Cornia viaggia a rilento sulle altre fasce, soprattutto fino ai 40 anni. I comuni migliori, con prima dose, sono Piombino e Campiglia con una media totale dell’80,3 per cento. A seguire, Castagneto (77,5), San Vincenzo (76,3), Suvereto (75,7), Monteverdi (73,1), Sassetta (54,6).