Alla scoperta di Aethalia, la terra dei mille fuochi: miniere, cibo e turismo nell’Elba degli etruschi

Lunedì a Rio Marina il convegno di apertura del progetto realizzato dalla Feisct-Federazione europea itinerari storici culturali turistici 

L’Elba racconta la sua anima etrusca. Nel quadro del progetto Feisct (Federazione europea itinerari storici culturali turistici) sugli Etruschi all’Elba avrà luogo il 29 agosto, alle 21,30, l’incontro di apertura a Rio Marina, presso il museo Minerario che è il capofila del progetto “Elba degli Etruschi. Aethalia, la terra dai mille fuochi”. Si tratta del primo di una serie di eventi che porteranno alla scoperta dell’eredità etrusca sull’isola e del suo patrimonio minerario. Le ricchezze minerarie e le bellezze paesaggistiche che hanno accompagnato la vita dell’isola, dagli Etruschi a oggi.

La serata altro non è che una conversazione aperta al pubblico, con esperti e professionisti del settore scientifico, culturale e turistico. Per entrare meglio nello specifico l’ “Elba degli Etruschi” è un progetto che fa parte della Giornata degli Etruschi istituita dal consiglio regionale e ha come partner la cooperativa Pelagos come gestore Mum-Museo Celleri di San Piero, Parco nazionale, Enjoy Elba e The Tuscan Archipelago Magazine, Istituto di Geoscienze e Georisorse del Cnr, Infoelba, VisitElba, Acqua dell’Elba, le Pro Loco di Porto Azzurro e di Rio, Archeologia diffusa Aps, Accademia della cucina sezione Isola d’Elba, Italia nostra, Associazione Carlo D’Ego, Elba del vicino e il patrocinio del Comune di Capoliveri.


L’appuntamento di domenica sulla piazzetta di palazzo del Governatore in Via Magenta a Rio Marina, vedrà la partecipazione di esperti, studiosi e rappresentanti istituzionali che racconteranno il patrimonio culturale elbano, un patrimonio materiale e immateriale ricchissimo, che ha accompagnato la storia dell’isola dagli Etruschi a oggi. Particolare rilievo sarà dato alla presentazione del patrimonio minerario, che rappresenta una ricchezza unica, da valorizzare, offrendo occasione per offerta di turismo culturale di qualità.

Aethalia, la terra dei mille fuochi, era il nome dell’isola e sottolinea come il rapporto tra le risorse dell’isola e il popolo etrusco fosse estremamente importante: la lavorazione del ferro e la conoscenza del patrimonio minerario sono state una ricchezza che il popolo etrusco conosceva bene e oggi si possono riscoprire le tracce della loro quotidianità e del loro sapere attraverso il territorio e il paesaggio.

Le celebrazioni della Giornata etrusca del Consiglio regionale proseguiranno con altre iniziative all’interno del progetto, che prevedono la realizzazione di una serie di passeggiate e visite guidate gratuite alla scoperta dell’isola e del suo patrimonio culturale, paesaggistico e minerario, per concludersi il 26 settembre. Il programma è disponibile anche sul sito del Consiglio Regionale. Per informazioni: segreteria@parcominelba.it – segreteriafeisct@gmailcom.

Ma veniamo al programma. Moderatrice della serata Patrizia Lupi. Dopo i saluti del sindaco Marco Corsini, interverranno Walter Montagna, sindaco di Capoliveri, Maurizio Papi, sindaco di Porto Azzurro. Giampiero Sammuri, presidente del parco nazionale parlerà del valore del territorio per un turismo sostenibile. La presidente del Feisct Sabrina Busato si soffermerà sull’Elba etrusca. Laura Pagliatini, archeologia dell’Aps presenterà l’Elba fra geologia e storia. Andrea Dini, dell’istituto Geoscienze del Cnr esaminerà i musei elbani. Alberto Giannoni parlerà del parco minerario, Sara Guiati degli archivi del parco minerario, Giuseppe Giangregorio del museo “Celleri” di San Piero e Alvaro Claudi del cibo dei minatori.

Luigi Cignoni

© RIPRODUZIONE RISERVATA