Sosta selvaggia nelle strade dell’Enfola: «Qui i soccorsi non possono passare»

Auto in sosta lungo la strada nelle vicinanze delle spiagge dell’Enfola

La denuncia di un residente: «Le autorizzazioni per i parcheggi non sono state rinnovate e la situazione è fuori controllo»

PORTOFERRAIO. Traffico e parcheggi, questioni che ogni anno con l’arrivo dell’estate e del picco delle presenze turistiche tornano ad affacciarsi in alcune zone dell’isola. Una di queste è la strada che porta all’Enfola, da anni presa d’assalto da parte degli ospiti, che frequentano le spiagge bianche di quel litorale portoferraiese, col conseguente fenomeno della sosta selvagge lungo la strada.

A segnalare la problematica è un cittadino della zona che fa presente come, anche quest’anno la bellezza delle spiagge attiri numerosissimi turisti che non avendo la possibilità di parcheggio in un’area attrezzata lasciano l’auto in sosta («e spesso parcheggiata male») su entrambi i lati della strada, restringendo la carreggiata.


Se ci sono giornate di scirocco le auto sono in fila ininterrotta dalla spiaggia di Seccione fino al bivio per l’Enfola, «non solo rendendo pericolosa la circolazione a causa delle manovre dei mezzi – fa presente il nostro interlocutore – ma impedendo la giusta visibilità ad eventuali mezzi di soccorso».

«A poco servono – aggiunge il cittadino – gli sporadici interventi dei vigili urbani che con le multe non solo non risolvono il problema, ma indispettiscono il turista che avrebbe tutto il diritto di godere delle bellezze dell’isola senza essere penalizzato».

Un problema che si ripresenta puntualmente ogni anno senza soluzione, almeno fino ad ora. In passato l’amministrazione comunale aveva autorizzato alcuni parcheggi temporanei che avevano alleggerito notevolmente la presenza di auto lungo la strada.

«Dopo la protesta di alcuni abitanti, che probabilmente non hanno ancora capito che il nostro benessere è dovuto a quei turisti che per un brevissimo periodo dell’anno turbano il loro quieto vivere, quasi nessuna autorizzazione è stata rinnovata. Ne è rimasta solo una per un piccolo parcheggio che in poco tempo risulta al completo», spiega ancora l’autore della segnalazione.

Secondo le informazioni in suo possesso del cittadino il mancato rilascio delle autorizzazioni è stato motivato da alcuni impedimenti di carattere burocratico che «se si fosse voluto – considera – potevano essere facilmente superati dallo stato di pericolosità della situazione».

Quindi il cittadino suggerisce che la soluzione per facilitare la viabilità ed eliminare le auto parcheggiate lungo la strada consista «nel rilascio di permessi temporanei di sosta, visto che nella zona ci sono dei terreni che si presentano adatti a consentire la realizzazione di ampi parcheggi». Il tutto senza dover modificare lo stato dei luoghi con lavori di movimentazione della terra o tagliando la vegetazione presente. –

© RIPRODUZIONE RISERVATA